Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Scommesse: Tribunale di Bologna dissequestra CED

In: Scommesse

30 giugno 2014 - 09:29


tar

(Jamma) – Il Tribunale del Riesame di Bologna, con ordinanza del 17 giugno 2014, conferma integralmente la linea già seguita relativamente al caso Goldbet applicato al bando Bersani e dissequestra CED collegato alla Società austriaca, anche alla luce della nuove clausole contenute nel Bando Monti, per insussistenza del fumus commissi delicti.
Il sequestro dell’intero centro era infatti stato disposto in considerazione della carenza di concessione in capo Goldbet anche con riferimento alla gara Monti.
L’avv.Marco Ripamonti, difensore dell’indagato, ha illustrato al Collegio tutti gli aspetti di contrasto comunitario caratterizzanti il Bando Monti, tra cui la eccessiva ristrettezza della durata delle concessioni, rispetto alle concessioni Bersani ed a quelle CONI e la acquisizione forzata dei beni in caso di decadenza di diritti.
Il Tribunale di Bologna, dopo aver ripercorso e menzionato la pregressa giurisprudenza bolognese e di Cassazione sul caso Goldbet riferita al Bando Bersani, ha affermato come la situazione concessoria non sia mutata con il nuovo Bando, che continua a garantire ingiustificati privilegi in favore dei concessionari storici penalizzando la società Goldbet che pure interessata all’ingresso nel circuito concessorio si è veduta discriminare nuovamente.
Il difensore ha sottoposto al Collegio l’ormai massiccia giurisprudenza formatasi sul nuovo Bando tra cui le ordinanze rese a Palermo, Roma, Ancona, Reggio Calabria, Napoli, Cosenza, Modena, Santa Maria Capua Vetere, Bari, Foggia, Treviso.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito