Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Scommesse. Pubblicato in GU il bando di gara per le 2.000 concessioni (testo integrale)

In: Cronache, Scommesse

31 luglio 2012 - 11:00


scommessenero

AAMS. Attività di manutenzione straordinaria servizi internet e area riservata del sito internet

 

(Jamma) come annunciato ieri dall’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (GURI) , 5° Serie Speciale – Contratti pubblici – n. 88 del 30 luglio 2012, il bando

di selezione per l’affidamento in concessione di duemila diritti per l’esercizio congiunto di giochi pubblici, già inviato il 26 luglio 2012 alla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea”

 Scarica la documentazione di gara

Di seguito il testo integrale del Bando inviato alla Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea

Bando di gara

Servizi

Direttiva 2004/18/CE

Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice

I.1)

Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato
via della Luce 34 A/Bis
All’attenzione di: Dott. Antonio Perna
00153 Roma
ITALIA
Telefono: +39 0658572227 / 0658572231 / 0658572232
Posta elettronica: giochi.concessioninegozi@aams.it
Fax: +39 0658572618

Indirizzi internet:

Indirizzo generale dell’amministrazione aggiudicatrice: http://www.aams.gov.it

Accesso elettronico alle informazioni: http://www.aams.gov.it

Ulteriori informazioni sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati

Il capitolato d’oneri e la documentazione complementare (inclusi i documenti per il dialogo competitivo e per il sistema dinamico di acquisizione) sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati

Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate a: I punti di contatto sopra indicati

I.2)

Tipo di amministrazione aggiudicatrice

Ministero o qualsiasi altra autorità nazionale o federale, inclusi gli uffici a livello locale o regionale

I.3)

Principali settori di attività

Altro: Servizi connessi alle scommesse

I.4)

Concessione di un appalto a nome di altre amministrazioni aggiudicatrici

L’amministrazione aggiudicatrice acquista per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici: no

Sezione II: Oggetto dell’appalto

II.1)

Descrizione

II.1.1)

Denominazione conferita all’appalto dall’amministrazione aggiudicatrice:

Procedura di selezione per l’affidamento in concessione dell’esercizio dei giochi pubblici attraverso rete fisica.

II.1.2)

Tipo di appalto e luogo di consegna o di esecuzione

Servizi

Codice NUTS ITE43

II.1.3)

Informazioni sugli appalti pubblici, l’accordo quadro o il sistema dinamico di acquisizione (SDA)

II.1.4)

Informazioni relative all’accordo quadro

II.1.5)

Breve descrizione dell’appalto o degli acquisti

Procedura di selezione per l’affidamento in concessione di 2000 (duemila) diritti per l’esercizio congiunto dei giochi pubblici ai sensi dell’articolo 10, comma 9 octies del D.L. 2.3.2012, n. 16 convertito con modificazioni dalla L. 26.4.2012 n. 44, attraverso l’attivazione della rete fisica di negozi di gioco e la relativa conduzione. I giochi pubblici oggetto della concessione sono i seguenti: scommesse ippiche, scommesse sportive, concorsi pronostici sportivi e ippici, giochi d’ippica nazionale e internazionale, scommesse su eventi simulati.

II.1.6)

Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

92352000

II.1.7)

Informazioni relative all’accordo sugli appalti pubblici (AAP)

L’appalto è disciplinato dall’accordo sugli appalti pubblici (AAP): no

II.1.8)

Lotti

Questo appalto è suddiviso in lotti: no

II.1.9)

Informazioni sulle varianti

Ammissibilità di varianti: no

II.2)

Quantitativo o entità dell’appalto

II.2.1)

Quantitativo o entità totale:

Il quantitativo dei diritti relativi a negozi di gioco per i quali si prevede l’affidamento in concessione è pari a 2000 (duemila). La base economica dell’offerta è pari ad 11 000,00 EUR (undicimila/00) per ciascun diritto. Non sono ammesse offerte di importo inferiore alla base economica d’offerta, nel qual caso saranno considerate nulle. Ciascun candidato potrà partecipare alla procedura di selezione anche solo per l’assegnazione di un unico negozio.

II.2.2)

Opzioni

Opzioni: no

II.2.3)

Informazioni sui rinnovi

L’appalto è oggetto di rinnovo: no

II.3)

Durata dell’appalto o termine di esecuzione

Durata in mesi: 40 (dall’aggiudicazione dell’appalto)

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)

Condizioni relative all’appalto

III.1.1)

Cauzioni e garanzie richieste:

1) Garanzia provvisoria per la partecipazione alla procedura di affidamento in concessione. Il soggetto partecipante è tenuto ad allegare alla domanda di partecipazione idonea documentazione comprovante la prestazione della garanzia provvisoria costituita in numerario ovvero attraverso fideiussione bancaria o assicurativa, rilasciata da una o più banche, istituti di credito o aziende di assicurazione nella forma della garanzia autonoma rispetto all’obbligazione principale, a prima richiesta, ogni eccezione rimossa e con espressa rinunzia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale ed all’eccezione di cui all’articolo 1957, comma 2 del codice civile. L’importo di tale garanzia provvisoria deve essere pari a 20 000,00 EUR (ventimila/00) per ogni diritto di cui si chiede l’assegnazione e comunque deve essere almeno pari a 60 000,00 EUR (sessantamila/00). La garanzia provvisoria deve avere efficacia e validità per un periodo di un anno dalla presentazione della domanda e deve prevedere l’obbligo dell’emittente di rinnovarla, su richiesta di AAMS, qualora la stipula della convenzione non avvenga entro il detto termine, fino alla data della stessa stipula.

2) Garanzia a copertura degli obblighi della concessione da prestare ad AAMS nel termine e per l’importo previsti dalle Regole amministrative e dallo Schema di convenzione; deve essere costituita in forma di cauzione in numerario ovvero attraverso fideiussione bancaria o assicurativa, rilasciata da una o più banche, istituti di credito o aziende di assicurazione; detta garanzia deve essere irrevocabile, autonoma rispetto all’obbligazione principale, a prima richiesta, ogni eccezione rimossa con espressa rinunzia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale ed all’eccezione di cui all’articolo 1957, comma 2 del codice civile.

III.1.2)

Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:

III.1.3)

Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell’appalto:

L’affidamento in concessione può avvenire solo nei confronti di società di capitali. Ne deriva che in sede di presentazione della domanda di partecipazione le imprese individuali, le società di persone, le società costituende, i consorzi e le società consortili di persone devoNo espressamente obbligarsi a costituirsi o tasformarsi in società di capitali avente la sede legale in uno degli Stati dello Spazio economico europeo prima della sottoscrizione della convenzione. La costituzione o la trasformazione nella stessa società di capitali costituisce condizione essenziale della sottoscrizione della convenzione. I soggetti già costituiti in forma di società di capitali devono stabilire la loro sede legale in uno degli Stati dello Spazio economico europeo anteriormente al rilascio della concessione ed alla sottoscrizione della relativa convenzione. In caso di inadempimento, oltre a procedere all’esclusione dall’affidamento della concessione, AAMS provvederà anche ad escutere la cauzione provvisoria presentata per la partecipazione alla procedura di affidamento in concessione.

III.1.4)

Altre condizioni particolari

La realizzazione dell’appalto è soggetta a condizioni particolari: no

III.2)

Condizioni di partecipazione

III.2.1)

Situazione personale degli operatori economici, inclusi i requisiti relativi all’iscrizione nell’albo professionale o nel registro commerciale

Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: La partecipazione alla procedura di affidamento in concessione è aperta agli operatori di gioco che esercitano in Italia o in altro Stato dello Spazio economico europeo, avendovi sede legale od operativa, sulla base di una concessione, autorizzazione o altro valido ed efficace titolo abilitativo rilasciato dall’autorità competente di tale Stato, almeno una tipologia di gioco corrispondente od assimilabile ad una di quelle facenti parte del portafogli giochi gestito da AAMS.

La verifica dei requisiti è effettuata da AAMS. Possono partecipare alla procedura di affidamento in concessione le imprese individuali, le società di persone, le società di capitali, le società consortili, i consorzi e le società costituende, versando, una volta superata la verifica dei requisiti ed ottenuta l’aggiudicazione di diritti, i corrispettivi indicati nella dichiarazione dell’offerta economica. A pena di esclusione dalla procedura di affidamento della concessione, il soggettto partecipante deve allegare alla domanda – secondo le modalità descritte nelle regole amministrative- copia della ricevuta del versamento del contributo all’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture unitamente a copia di un documento di identità in corso di validità, che nel caso di società è quello del legale rappresentante. Ai fini della presente procedura di affidamento il codice identificativo gara (CIG) è il seguente: 4458023CF2. Il versamento dovuto da ciascun partecipante è pari a 500,00 EUR (cinquecento,00) e dovrà essere effettuato secondo le modalità disponibili nel sito www.autoritalavoripubblici.it entro il termine di presentazione dell’offerta.

III.2.2)

Capacità economica e finanziaria

Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: Conseguimento, nel corso degli ultimi due esercizi chiusi prima della presentazione della domanda, di ricavi, come operatore di gioco, relativamente alle tipologie di gioco oggetto della presente procedura di affidamento in concessione o corrispondenti od assimilabili ad una di quelle facenti parte del portafoglio giochi gestito da AAMS, non inferiori a 2 000 000,00 EUR (duemilioni/00).

Assenza di posizioni debitorie pendenti nei confronti di AAMS relativamente alle concessioni precedentemente acquisite aventi ad oggetto l’esercizio, tramite rete fisica, a distanza o entrambe, dei giochi da affidare in esito alla presente procedura di affidamento. Possesso dei requisiti di solidità patrimoniale individuati dal Decreto Interdirigenziale del Ministero dell’economia e delle finanze 28.6.2011, n. 1845.

III.2.3)

Capacità tecnica

Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti:

L’impresa concorrente deve essere in possesso di una capacità tecnico-infrastrutturale non inferiore a quella richiesta dalle Regole tecniche relative alla procedura di selezione e deve impegnarsi a mantenerla per l’intera durata della concessione. Le infrastrutture tecnologiche dedicate alle attività oggetto della concessione devono risiedere in uno degli Stati dello Spazio economico europeo.

III.2.4)

Informazioni concernenti appalti riservati

III.3)

Condizioni relative agli appalti di servizi

III.3.1)

Informazioni relative ad una particolare professione

La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione: no

III.3.2)

Personale responsabile dell’esecuzione del servizio

Le persone giuridiche devono indicare il nome e le qualifiche professionali del personale incaricato della prestazione del servizio: no

Sezione IV: Procedura

IV.1)

Tipo di procedura

IV.1.1)

Tipo di procedura

Aperta

IV.1.2)

Limiti al numero di operatori che saranno invitati a presentare un’offerta

IV.1.3)

Riduzione del numero di operatori durante il negoziato o il dialogo

IV.2)

Criteri di aggiudicazione

IV.2.1)

Criteri di aggiudicazione

Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati nel capitolato d’oneri, nell’invito a presentare offerte o a negoziare oppure nel documento descrittivo

IV.2.2)

Informazioni sull’asta elettronica

Ricorso ad un’asta elettronica: no

IV.3)

Informazioni di carattere amministrativo

IV.3.1)

Numero di riferimento attribuito al dossier dall’amministrazione aggiudicatrice:

IV.3.2)

Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto

no

IV.3.3)

Condizioni per ottenere il capitolato d’oneri e documenti complementari o il documento descrittivo

Documenti a pagamento: no

IV.3.4)

Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione

19.10.2012 – 15:00

IV.3.5)

Data di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare

IV.3.6)

Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione

italiano.

IV.3.7)

Periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta

Durata in mesi: 12 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)

IV.3.8)

Modalità di apertura delle offerte

Data: 6.11.2012 – 10:00

Luogo:

Presso la Direzione generale dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato – Via della Luce, 34/a bis – 00153 ROMA.

 

Persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte: sì

Informazioni complementari sulle persone ammesse e la procedura di apertura: Un legale rappresentante del candidato ovvero un suo rappressentante munito di delega.

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)

Informazioni sulla periodicità

Si tratta di un appalto periodico: no

VI.2)

Informazioni sui fondi dell’Unione europea

L’appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell’Unione europea: no

VI.3)

Informazioni complementari

Criteri di aggiudicazione: secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa intesa come offerta d’importo più elevato, con la procedura descritta nelle Regole amministrative.

VI.4)

Procedure di ricorso

VI.4.1)

Organismo responsabile delle procedure di ricorso

Tribunale amministrativo regionale per il Lazio
via Flaminia, n. 189
00196 Roma
ITALIA

VI.4.2)

Presentazione di ricorsi

Informazioni precise sui termini di presentazione dei ricorsi: Il ricorso può essere presentato esclusivamente al giudice amministrativo nei termini e con le modalità previsti dall’articolo 120 del decreto legislativo 2.7.2010, n. 104 recante il codice del processo amministrativo.

VI.4.3)

Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione dei ricorsi

VI.5)

Data di spedizione del presente avviso:

26.7.2012

Commenta su Facebook


Realizzazione sito