Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Scommesse e Tar, SKS365: “Facciamo ordine, ignorati importanti elementi a favore del CTD”

In: Diritto, Scommesse

25 novembre 2014 - 16:20


sks

(Jamma) – “Negli ultimi giorni tre sentenze emesse dai Tar Lombardia, Puglia e Marche, hanno trattato l’argomento scommesse relativamente all’attività dei CTD e alla licenza acquisita da SKS365 Group, proprietaria del brand PlanetWin365. I tre tribunali, seppur con motivazioni differenti, hanno supposto la legittimità del sistema italiano in relazione ai principi UE.

 

I provvedimenti cautelari emessi dai TAR della Lombardia della Puglia e delle Marche, pur rispettabilissimi, lasciano però spazio, a nostro convinto avviso, a diverse censure che faremo valere con grande attenzione.

 

Per quanto riguarda in particolare l’assenza “di pregiudizio grave ed irreparabile” all’interno delle motivazioni in caso di diniego della licenza di pubblica sicurezza, appare non condivisibile la conclusione dei Tar Marche e Puglia.

 

Per quanto riguarda invece la presunta compatibilità della normativa italiana in materia di giochi e scommesse, con le norme comunitarie, riteniamo fondamentale ricordare come la questione sia attualmente al vaglio della Corte di Giustizia, e che recentemente il presidente della Corte europea (con decisione del 5.11.2014)  ha sospeso la procedura nella causa di rimessione alla Corte proposta dal Tribunale di Salerno con riferimento alla posizione del bookmaker SKS365, riconoscendo in tal modo la sovrapponibilità di buona parte delle questioni dedotte dall’operatore austriaco con quelle riferite ad altri operatori.

 

Con buona pace di quanto, in particolare, affermato dal TAR Lombardia, Sez. di Brescia, sulla presunta insussistenza del necessario “spazio per rinviare l’esame della normativa italiana al giudice europeo””.

 

SKS365 Group

Commenta su Facebook


Realizzazione sito