Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Scommesse: assoluzioni ad Enna

In: CED e CTD, Scommesse

27 novembre 2014 - 15:11


ripamontins

(Jamma) – Il Tribunale di Enna demolisce con una raffica di assoluzioni un ulteriore stralcio del noto procedimento leccese tuttora pendente relativamente al caso Goldbet. Gli imputati, tutti collaboratori di Goldbet in Sicilia, erano stati chiamati a rispondere dinanzi al Tribunale di Enna dopo che la Procura leccese aveva trasmesso parte del corposo fascicolo all’ufficio competente per territorio.

 

Il Tribunale di Enna non ha però condiviso il teorema accusatorio leccese ed ha assolto tutti gli imputati con proscioglimento immediato ex art.129 CPP. Soddisfatto l’avv.Marco Ripamonti, difensore dei numerosi imputati unitamente all’avv.Valentina Castellucci, che ha così commentato: “si tratta dell’ennesimo insuccesso del teorema leccese dopo i proscioglimenti ed archiviazioni di Palermo, Agrigento, Pescara, Agrigento, Pistoia, Taranto. Un teorema che ha prodotto un costoso procedimento tuttora in corso intorno al quale sono stati organizzati convegni ed avviate inchieste giornalistiche. Teorema che però non sembra trovare condivisione negli altri tribunali.

 

Tutti questi provvedimenti sono molto importanti perché oltretutto in linea con la giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione che da ultimo, anche riguardo al Bando Monti e con la adesione del Procuratore Generale, ha rinviato a nuovo ruolo un procedimento derivante da un ricorso di una procura soccombente al riesame, ritenendo rilevante per Goldbet la questione pregiudiziale già pendente per Stanley”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito