Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Scommesse: assoluzione in appello a Firenze e Pistoia. Enna e Catania indeboliscono l’impianto leccese

In: CED e CTD, Diritto, Scommesse

15 dicembre 2014 - 09:30


ripamontins

(Jamma) – Depositate il 4 dicembre 2014 le motivazioni della Sentenza resa dalla Corte d’Appello di Firenze con cui è stato assolto titolare di CED. L’imputato era stato condannato dal Tribunale di Pisa prima del deposito della Sentenza CE Biasci che, invece, è stata ritenuta dalla Corte d’Appello fondamentale ai fini della riforma.
La Corte d’Appello, infatti, ha affermato come Goldbet sia stato ritenuto soggetto discriminato dal Bando Bersani e meritevole di applicazione dei principi espressi nella Sentenza Costa Cifone. Nella ricostruzione della storia di Goldbet la Corte fiorentina ha ricordato l’Ordinanza della Corte CE Zungri, nonché la stessa Sentenza CE Biasci, affermando come anche a seguito di quest’ultima pronuncia la Corte di Cassazione abbia esaminato il profilo di Goldbet a fronte del Bando Bersani affermandone la discriminazione per via della applicazione dell’art.23 3 comma schema di convenzione. L’avv.Marco Ripamonti ha così commentato: “Una Sentenza che rende giustizia. Il giovane titolare del CED pisano era stato condannato con una isolata sentenza in totale distonia con la giurisprudenza maggioritaria.”
Ma è di qualche giorno fa la notizia di una nuova sentenza assolutoria resa a Catania su procedimento riguardante sempre titolari di CED Goldbet, scaturito da uno stralcio del noto fascicolo leccese. L’avv.Marco Ripamonti, difensore degli imputati, ha così commentato: “Sono molto soddisfatto. La Sentenza non è la prima che interviene sullo stralcio leccese. Ci sono anche le sentenze assolutorie rese a Torino, Pistoia ed Enna, i cui processi si sono basati su istruttoria nel cui contesto sono stati escussi quali testi gli operanti che si sono occupati dell’inchiesta pugliese ed il cui impianto accusatorio va in tal modo sempre più ad indebolirsi per via dei numerosi insuccessi dei diversi stralci”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito