Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Roma e Messina. Il Tribunale del Riesame dissequestra CED

In: Diritto, Scommesse

30 maggio 2012 - 19:57


scommessenero

(Jamma) – Dopo circa un anno e mezzo, il Tribunale del Riesame di Roma, in nuova composizione, torna ad occuparsi del caso Goldbet con ordinanza del 24 maggio 2012.

Il Ced oggetto della vicenda è situato a Tivoli e la locale Procura della Repubblica aveva convalidato il sequestro di inziativa attuato dalle Forze dell’Ordine.
L’indagato, assistito dall’avv.Marco Ripamonti del Foro di Viterbo, ha avanzato domanda di riesame chiedendo l’annullamento della misura, basando la propria articolata difesa sulla applicabilità dei principi espressi dalla Sentenza Costa – Cifone al caso Goldbet, come del resto affermato dalla stessa Corte di Giustizia con l’Ordinanza del 16.2.2012.
Il Tribunale del Riesame, all’esito di una articolata ricostruzione della giurisprudenza della Corte di Giustizia e di un’accurata disamina della posizione di Goldbet con riferimento alle vicende relative alla partecipazione della propria controllata Totobetting srl alla gara Bersani, ha accolto appieno le tesi della difesa ed ha disapplicato la normativa penale.
A sostegno delle tesi svolte la Difesa ha potuto anche avvalersi di una consistente mole di provvedimenti favorevoli a Goldbet, conseguiti dall’avv.Ripamonti in numerosi tribunali italiani.
Nel contempo, anche il Tribunale del Riesame di Messina, con ordinanza depositata il 29 maggio 2012, torna dopo diverso tempo a trattare il caso Goldbet, accogliendo analogo ricorso presentato dagli avv.ti Marco Ripamonti e Valentina Castellucci nell’interesse dell’indagato.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito