Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Rimini. Scommesse illegali in un Internet point, scattano i sigilli

In: Online, Scommesse

1 febbraio 2012 - 17:55


internetpoint2

(Jamma) Durante una serie di controlli nelle attività che si occupano della raccolta di scommesse sportive, lunedì scorso il personale della sezione Amministrativa della polizia di Stato ha denunciato la titolare e il dipendente di un internet point cattolichino.

Dai controlli della polizia, infatti, è emerso che all’interno dell’attività, sia il titolare che il dipendente esercitavano la raccolta clandestina di scommesse attraverso una società di bookmaker maltese non autorizzata ad operare in Italia.
Nel locale, la cui licenza era intestata a una 30enne denunciata anche per essere sprovvista delle autorizzazioni della Questura previste dalle leggi di pubblica sicurezza, gli agenti hanno sequestrato una postazione internet che consentiva l’accesso al sito internet maltese e la partecipazione a una vasta gamma di giochi illeciti. La maggior parte delle scommesse riguardava partite di calcio e altre numerose competizioni sportive in tutto il mondo. Al momento del controllo, il personale dell’Amministrativa ha pizzicato un dipendente di 30 anni, che stava incassando il denaro delle scommesse e, anche per lui, è scattata una denuncia per esercizio abusivo di attività di gioco e di scommessa.
Il sistema messo a punto dalla coppia, infatti, prevedeva di raccogliere direttamente nell’internet point le quote in denaro delle scommesse che venivano poi girate alla società di bookmaker maltese aggirando i controlli statali. Anche in caso di vittoria, i pagamenti venivano effettuati sempre all’interno dell’internet point senza che l’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, l’organismo che regola il comparto del gioco pubblico in Italia, fosse a conoscenza della situazione. Per la gestione delle scommesse riguardanti eventi sportivi nazionali e stranieri, infatti, occorre l’autorizzazione rilasciata dal Questore e dall’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato. Sono ancora in corso le indagini da parte della sezione Amministrativa della polizia di Stato per accertare il giro di scommesse clandestine che si celava dietro l’attività dell’internet point

Commenta su Facebook


Realizzazione sito