Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Snai, trotto San Siro sospeso solo per contrazione scommesse

In: Ippica

10 gennaio 2013 - 10:36


ippica

 

PDC. Per il Tar Lazio fondamentale la vigilanza da parte del concessionario sulle attività ad esso collegate

 

Lombardia. La Caritas Ambrosiana lancia l’allarme ludopatia

 

(Jamma) La sospensione dell’attività sportiva del trotto nell’ippodoromo di San Siro a Milano è dovuta solamente alla contrazione della raccolta delle scommesse ippiche e al “mutato contesto dei rapporti” con l’agenzia Unire-Assi.

Lo specifica Snai in una nota su richiesta della Consob affermando che “nessuna informazione al riguardo che provenga da fonti diverse dai comunicati ufficiali della società potrà ascriversi alla società o essere considerata attendibile”

Nei giorni scorsi il titolo della concessionaria di scommesse, che tramite la controllata Trenno gestisce anche l’attivita degli ippodromi di San Siro, è stata al centro di forti scossoni in borsa.

Alcuni trader hanno legato i movimenti a una possibile valorizzazione urbanistica della vasta area dell’ippodromo del trotto nel quartiere San Siro di Milano, dopo che la società ha sospeso l’attività agonistica ippica per la contrazione del business.

Nel comunicato Snai precisa anche alcuni argomenti relativi a vertenze legali su questi fiscali specificando che “non vi sono novità significative rispetto a quanto in precedenza comunicato”.

Infatti, con riferimento alla prima, la sentenza n. 214/2012 resa dalla Corte dei Conti Sezione Regionale del Lazio è stata impugnata da SNAI e la proposizione del gravame – allo stato pendente innanzi alla terza sezione centrale d’appello della Corte dei Conti – sospende per legge l’esecutività della pronuncia medesima.

Con riferimento alla seconda, il TAR del Lazio ha sospeso l’efficacia della richiesta di integrazione dei minimi garantiti per gli anni 2006/2011 avanzata da AAMS. All’udienza del 5 dicembre 2012 si è trattato il merito dei ricorsi ma, ad oggi, non è stata depositata la sentenza definitiva. Allo stato, quindi, la richiesta di pagamento avanzata da AAMS resta sospesa.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito