Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Cosenza, ancora un successo per il titolare di CED

In: Scommesse

29 maggio 2014 - 12:11


tribunalen

(Jamma) – A seguito del sequestro e della convalida, avverso il quale era stato presentato riesame, lo stesso Pubblico Ministero ha ritenuto di avanzare istanza di archiviazione sulla base delle discriminazioni pregresse ed attuali subite dal bookmaker con riferimento al Bando Bersani ed al Bando Monti.
Ne è seguito un tempestivo decreto di archiviazione, che l’avv.Marco Ripamonti ha avuto la piacevole sorpresa di trovarsi nel fascicolo del riesame, nelle more fissato in Camera di Consiglio. Riesame che, naturalmente, è stato abbandonato per la contemporanea restituzione di tutto quanto sottoposto alla misura.
Ma nella stessa giornata del 28 maggio 2014 la storia dei CED Goldbet si è arricchita di una nuova sentenza assolutoria resa dal Tribunale di Velletri.
L’avv.Marco Ripamonti si è dichiarato molto soddisfatto dei successi ottenuti.
Lo stesso difensore, a margine, ha anche manifestato compiacimento per la Sentenza resa dal Tribunale civile di Torino in favore di altro operatore in materia di installazione di personal computer ed attività di gaming, soprattutto in quanto la sentenza, stando almeno da quanto emerge dal comunicato stampa, sembra proprio uniformarsi alla linea giurisprudenziale già tracciata da altra pronuncia resa sempre dal Tribunale Civile di Torino in data 21 ottobre 2013, in accoglimento di ricorso presentato dall’avv.Marco Ripamonti, con cui AAMS era stata anche condannata ad euro 2.000 di spese di causa.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito