Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Ennesimo dissequestro a Catanzaro di un CTD collegato a BETPASSION

In: CED e CTD

3 marzo 2015 - 08:27


betpassion

(Jamma) – Una nuova decisione favorevole è stata emessa il 19 febbraio dal Tribunale di Catanzaro a favore di un CTD collegato al noto bookmaker maltese operante in Italia con il marchio BETPASSION.
La decisione è solo l’ultima di una lunga serie di ordinanze di accoglimento che il tribunale calabrese ha pronunciato negli ultimi mesi a favore dei CTD assistiti dagli avvocati Andrea Vianello e Marco Colapinto, del Foro di Padova.

I legali, sentiti dalla redazione, pur esprimendo grande soddisfazione per l’ennesimo successo conseguito, auspicano vivamente che la Procura di Catanzaro, al pari di altre autorità giudiziarie italiana, smetta di convalidare i sequestri perpetrati dalle forze di polizia, atteso il consolidato indirizzo del Tribunale di Catanzaro in ordine alla peculiare posizione dei CTD collegati al noto bookmaker maltese operante in Italia con marchio BETPASSION.

 
I giudici del riesame, infatti, dopo aver definito i contorni delle due fondamentali libertà di stabilimento e di libera prestazione di servizi, ed esaminato acutamente i principi e le norme in ambito comunitario, hanno denunciato l’incompatibilità della disciplina italiana rispetto al Trattato UE ed affermato l’inevitabile disapplicazione del reato contestato al titolare del CTD di BETPASSION che ha potuto ottenere l’immediata restituzione delle cose illegittimante sequestrategli.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito