Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Cassazione, per la settima volta su caso ‘Goldbet’. Ripamonti: “Ennesima dimostrazione che l’assetto concessorio italiano è incompatibile con Trattato Eu”

In: Diritto, Scommesse

29 gennaio 2015 - 11:31


ripamontins

“La Sentenza “Siclari” e’ la settima con cui la Corte di Cassazione ha risolto il caso Goldbet” E’ il commento dell’avvocato Marco Ripamonti sulla recente pronuncia della Terza Sezione Penale della Cassazione che è intervenuta in merito ad un ricorso della Procura della Repubblica di Reggio Calabria contro l’ordinanza del tribunale della Libertà con cui si annullava il decreto di sequestro preventivo di un centro Goldbet.
“La sentenza e’ il coronamento di un lavoro molto impegnativo dal 2010 svolto con passione, coerenza e dedizione e che ha portato dal nulla sette Sentenze di Cassazione e centinaia di sentenze assolutorie ed archiviazioni. Questa pronuncia andrà a corroborare le nostre tesi difensive nei processi ancora aperti tra cui il noto procedimento leccese ed è l’ennesima dimostrazione di come lo Stato Italiano abbia continuato a mantenere un assetto concessorio incompatibile con il Trattato UE. Situazione oggi che ritengo aggravata dagli effetti della Legge di Stabilità”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito