Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Bologna. Dissequestrato CED regolarizzato

In: CED e CTD, Scommesse

22 agosto 2015 - 12:50


ripamontins

(Jamma) – Il Gip presso il Tribunale di Bologna ha dissequestrato con provvedimento del 20 agosto 2015 un CED collegato alla austriaca Goldbet interamente sequestrato poco prima di Ferragosto per il reato di cui all’art.4 legge 401/89.

Il CED ancorché sottoposto alla regolarizzazione di cui alla legge di Stabilità non aveva ancora ottenuto la licenza di ps.
Nonostante il periodo feriale e critico, l’efficace attività difensiva curata in prima persona dall’avv.Marco Ripamonti ha consentito la restituzione del CED in pochi giorni, nonostante la Procura avesse espresso parere sfavorevole per ben due volte riguardo all’istanza avanzata dallo stesso Studio Ripamonti, che per converso ha operato sin dalla apposizione dei sigilli affinché il centro potesse riaprire prima dell’inizio del Campionato di Serie A.
Il Gip ha pienamente condiviso le tesi della difesa avanzate in punto di Diritto e rafforzate dai diversi provvedimenti via via ottenuti tra cui la Sentenza della Cassazione Criscione, conseguita su un caso Goldbet proveniente da Palermo.
Sono stati anche analizzati i documenti offerti dalla difesa stessa e ritenuti attendibili ed esaustivi.
Soddisfazione e’ stata espressa dall’avv. Ripamonti, che nell’interesse dei Ced collegati a Goldbet sta continuando ad ottenere numerose sentenze assolutorie in tutta Italia per i moltissimi casi aperti in precedenza alla regolarizzazione e tuttora pendenti, nonché veloci riaperture per i CED regolarizzati, per i quali evidentemente, non sempre la posizione e’ così scontata, visto l’atteggiamento di alcune Procure, che sovente esprimono pareri sfavorevoli alle istanze di dissequestro in quei casi in cui il procedimento di rilascio ex art.88 tulps sia ancora in intinere.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito