Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Decreto SCIA 2. Bombi: “Immotivata la richiesta al Questore e non la presentazione allo Sportello Unico”

In: Primopiano

23 agosto 2016 - 11:01


vlt-sala.m

(Jamma) Marilisa Bombi e Ornella Donat hanno elaborato per la Comunità di Pratica, un interessante contributo nel quale si analizza lo schema di decreto legislativo SCIA 2, formulando anche alcune proposte. Il decreto, approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri nel luglio scorso apporta, tra l’altro , modifiche al Testo unico dell’edilizia .

Il contributo della dottoressa Bombi e della dottoressa Donat comprende anche una analisi su Sale VLT e sale scommesse (cod. 6.1.58 e 6.1.59 della tabella A).

Resta confermata la necessità di autorizzazione del Questore per l’esercizio con apparecchi che si attivano esclusivamente in presenza di un collegamento a un sistema di elaborazione della rete telematica (c.d. VLT) e esercizio di sale bingo e agenzie di raccolta delle scommesse ippiche e sportive, ai sensi dell’art. 88 del Tulps”, si legge.

Trattandosi comunque di attività imprenditoriale, è immotivata la previsione della richiesta direttamente al Questore e non la presentazione della domanda allo Sportello unico. Peraltro, non si tiene in alcun conto del fatto che la maggior parte delle regioni ha previsto il “distanziometro” e che, comunque, andrebbe accertata da parte del Comune la compatibilità urbanistica ed acquisita l’agibilità”.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi