Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Bruxelles. Gioco d’azzardo, esperti al lavoro su standard, best practice e contrasto al match-fixing

In: Politica, Primopiano

29 settembre 2016 - 12:35


gamblingexpert-jpg

(Jamma) Riprendono ufficialmente i lavori a Bruxelles, presso la Commissione Mercato Interno , per i membri del Gruppo di esperti sul gambling istituito dalla Commissione Europea dopo la pubblicazione dell’Action Plan comunitario per delineare standard di regolamentazione comuni del mercato. Dopo la pausa estiva tornano ad incontrarsi i rappresentanti di 28 Paesi membri che negli ultimi mesi si sono confrontati su diverse questioni quali le dimensioni del gioco patologico in Europa, la pubblicità sul gioco d’azzardo e la tutela del consumatore in generale.

Il gruppo di lavoro di cui fa parte, in rappresentanza per l’Italia, Daria Petralia , dirigente del settore online per l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, è stato creato allo scopo di favorire e stabilire una cooperazione tra le autorità degli Stati membri e si propone anche di consigliare e assistere la Commissione nella preparazione e nella attuazione delle iniziative politiche in materia di servizi di gioco , di monitorare lo sviluppo di politiche e le questioni emergenti nel settore dei servizi di gioco d’azzardo e di realizzare uno scambio di esperienze e buone pratiche nel settore dei servizi di gioco d’azzardo, compresa la sua dimensione internazionale.
Quella di oggi è la sedicesima riunione del Gruppo e tra i punti all’ordine del giorno è previsto un aggiornamento sull’utilizzo della piattaforma web messa a disposizione dall’ Eu e che consente di creare ambienti di lavoro collaborativi con cui i gruppi di lavoro o i gruppi di interesse possono condividere risorse, scambiare documenti e lavorare a distanza.

Si parlerà anche della 4a Direttiva Antiriclaggio attraverso un aggiornamento sulla trasposizione della direttiva e la valutazione del rischio a livello sovranazionale.

A poche settimane dall’ultimo dibattito in Parlamento Eu si torna a parlare del fenomeno del match-fixing e di contrasto alla manipolazione delle competizione sportive.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito