Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Zanoni (Pd) su ddl rendiconto 2014 e assestamento 2015 : “Aumento entrate dai giochi deve farci riflettere”

In: Fisco, Politica

9 settembre 2015 - 17:01


magda-zanoni

(Jamma) “Vi è sicuramente tutta la partita relativa ai giochi, su cui bisognerà fare un pensiero. Registriamo un aumento del gioco del Lotto di 600 milioni di euro, così come un aumento delle lotterie e di altri giochi pari a 23 milioni. Questo che, dal punto di vista delle entrate, sembra un valore positivo in realtà ci deve far ripensare il nostro atteggiamento nei confronti dei giochi”. Così la senatrice del Pd Magda Zanoni è intervenuta oggi in Senato dove si sta discutendo il ddl rendiconto 2014 e il ddl assestamento 2015. “L’impegno che anche come Senato ci eravamo assunti durante l’esame di altri provvedimenti era proprio quello di un controllo su queste entrate che sono significative – ahimè – di un comportamento non buono dei nostri cittadini. I nostri cittadini non devono essere stimolati a giocare ulteriormente. Questo dato può sembrare una buona notizia dal punto di vista delle entrate, mentre non lo è affatto in ordine al raggiungimento di un obiettivo educativo nei confronti dei nostri cittadini. Ovviamente, a fronte di ciò c’è anche un’entrata derivante dalle imposte gravanti sui giochi, perché 231 milioni di euro entrano nelle casse dello Stato per tale via”. Proprio in merito alle entrate tributarie, le stesse risultano in aumento per 7,4 miliardi di euro in ragione dell’adozione in corso di anno di atti amministrativi e in contrazione di 3,953 miliardi di euro in ragione della riduzione in corso di anno per 1,366 miliardi di euro delle imposte dirette e per 2,587 miliardi di euro delle imposte indirette. In particolare, le variazioni di rilievo riguardano: l’IRPEF (in aumento di 424 milioni); l’IRES (in riduzione di 2.358 milioni); l’IVA (in riduzione di 2.505 milioni); le imposte sostitutive sui redditi da capitale e sulle plusvalenze previste dall’articolo 3 della legge n. 662 del 1996 (in aumento di 891 milioni); le ritenute d’acconto sugli utili delle persone giuridiche (in riduzione di 118 milioni); l’imposta di registro (in aumento di 310 milioni); l’imposta di bollo (in aumento di 393 milioni); l’accisa sui prodotti energetici (in riduzione di 1.267 milioni); l’accisa sul gas naturale (in riduzione di 478 milioni); l’imposta di consumo sui tabacchi (in riduzione di 353 milioni); i proventi del gioco del lotto (in aumento di 600 milioni) e quelli degli apparecchi e congegni di gioco (in aumento di 223 milioni).

Commenta su Facebook


Realizzazione sito