Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Vieri Ceriani: ‘Dei 223 mln di euro di deposito cauzionale restituiti ai concessionari 215 mln’

In: Cronache, Politica

29 giugno 2012 - 10:27


CeraniVieri

(Jamma) Il Governo si riserva di valutare l’assunzione di eventuali iniziative normative per evitare la restituzione delle somme versate a titolo di deposito cauzionale da parte dei concessionari dei giochi ma dei 223.000.000 di euro (somma complessiva corrispondente allo 0,5 per cento delle somme giocate nel 2011) sono già stati restituiti circa 215.000.000. In estrema sintesi è stata questa la riposta fornita dal Sottosegretario all’Economia Vieri Ceriani all’interrogazione presentata dagli onorevoli del PD Fluvi e Garavini con la quale chiedevano di conoscere se il Governo intendesse assumere iniziative normative per evitare la restituzione delle somme versate a titolo di deposito cauzionale da parte dei concessionari dei giochi ai sensi dell’articolo 1-ter, comma 2,del decreto-legge  25 settembre 2008, n. 149, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 novembre 2008, n. 184.

“Al riguardo – ha dichiarato il Sottosegretario -, l’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS), rappresenta che tale deposito è versato dai concessionari a garanzia del raggiungimento dei livelli di servizio previsti in convenzione, come già precisato in risposta a precedenti analoghi documenti di sindacato ispettivo.

L’Amministrazione evidenzia che dette somme sono state espressamente ben definite dalle norme di legge « depositi cauzionali », ovvero somme del concessionario che AAMS « custodisce » a garanzia del raggiungimento dei necessari livelli di servizio che vengono quindi ad esso proporzionalmente restituiti, in ragione dei livelli effettivamente conseguiti nell’anno. Per quanto riguarda l’entità  economica, la stessa è calcolata come percentuale (0,5 per cento) della raccolta maturata nell’anno dal singolo concessionario.

Nell’anno 2011, la somma complessiva corrispondente allo 0,5 per cento delle somme giocate è pari a circa euro 223.000.000. Di tale somma sono state restituite ai concessionari circa euro 215.000.000.

In ordine all’auspicata iniziativa normativa il Governo si riserva di valutare”.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito