Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Verona. Giunta ‘Tosi’ contro slot e grattaevinci, ma a braccetto con Sisal e Winforlife

In: Apparecchi Intrattenimento, Automatico, Newslot, Politica, Superenalotto

2 aprile 2012 - 11:47


slotdi

Liguria. Stefano Quaini ( Comm. Sanità) : Al via iter approvazione legge sul gioco patologico

 

(Jamma) In questi giorni, a Verona, è in distribuzione nelle farmacie un opuscolo dal titolo “ Usura. I video giochi, i giochi cartacei ( Gratta e vinci), gli usurai, i giochi d’azzardo”. Si tratta di una iniziativa sostenuta dalla giunta Tosi , realizzata dall’Assessorato alle Risorse Economiche – Ufficio antiusura del Comune, per sensibilizzare i veronesi sui rischi derivanti dal gioco d’azzardo.

Nella pubblicazione si danno informazioni sulle attività delle sale da gioco, nonché consigli su come riconoscere i sintomi del vizio da gioco. Sul contrasto al gioco d’azzardo, da tempo, anche l’Udc sta conducendo una battaglia sia in parlamento che nei vari consigli regionali. “Io stesso- spiega il consigliere regionale Stefano Valdegamberi “ho presentato un progetto di legge nel consiglio regionale del Veneto, per vietare il gioco da slot machine nei locali pubblici. Il sindaco Tosi su questo problema, divenuto ormai una vera dipendenza che come tale viene curata nei Sert, si comporta in modo palesemente contraddittorio.Un mese fa ha lanciato, in pompa magna, la sua strabiliante idea di regalare un biglietto del gioco “Win for Life”, di proprietà della Sisal, alle coppie che scelgono le prestigiose location della città per sposarsi. Allora motivò la scelta con il fatto che, grazie all’accordo con Sisal, le immagini di Verona comparivano sui biglietti del gioco e la stessa Sisal avrebbe elargito contributi al comune per iniziative nel sociale.Oggi è costretto ad una stravagante piroetta, spendendo soldi dei cittadini per metterli in guardia contro la nevrosi da gioco d’azzardo che, come si evince dall‘opuscolo del comune, prevede anche il gratta vinci come lo stesso “Win for life” tanto enfatizzato dal sindaco. Tosi dimostra un preoccupante sdoppiamento della personalità sul gioco d’azzardo che da un lato diventa lecito per chi si sposa alla tomba di Giulietta, dall’altro assume i connotati di un vizio da cui occorre difendere i cittadini.Una contraddizione sulla pelle delle tante famiglie vittime di questa piaga, che dal sindaco si sarebbero aspettate maggiore senso di responsabilità e soprattutto più coerenza.”

Commenta su Facebook


Realizzazione sito