Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Veneto. Zaia, azzardo online è una epidemia, necessari maggiori controlli

In: Politica

20 agosto 2014 - 11:27


luca_zaia

Allarme gioco d’azzardo online trai i giovani trevigiani: ormai è moda
“E’ già un’epidemia che sta mietendo troppe vittime: prima che altri giovani e famiglie vengano rovinati da questo male subdolo, è necessario che le competenti autorità impediscano il propagarsi di un virus generato da chi, privo di scrupoli, sfrutta l’ingenuità, l’ignoranza e la disperazione di fasce sempre più ampie di popolazione debole”. Lo afferma il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commentando i dati allarmanti del Sert di Treviso. “Se c’è una giusta mobilitazione per impedire che le cosiddette ‘macchinette’, largamente presenti in tutto il territorio, mietano sempre più vittime e producano maggiori danni sociali ed economici di quelli che hanno già causato sino a ora – prosegue il presidente veneto –, più energica deve essere la reazione delle istituzioni per arrestare il medesimo fenomeno diffuso in modo ancor più largo e meno controllabile attraverso il web. Se in un bar o in una sala giochi è almeno possibile garantire una verifica di chi accede ai giochi, ben poco si può fare oggi per impedire che persino i ragazzini siano catturati in questa insalubre spirale”. “L’azione preventiva deve essere quindi ancor più forte e mirata – conclude Zaia – e considerato che ormai quasi tutti posseggono uno smartphone, l’attività di vigilanza deve essere attuata innanzi tutto a monte, nei confronti di chi gestisce i siti del gioco d’azzardo, che vanno resi accessibili, attraverso una legislazione ferrea e pesanti pene per chi non la rispetta, solo agli adulti. Prevedendo per quei gestori che non riescono ad assicurare una corretta selezione dei fruitori dei loro giochi una

Commenta su Facebook


Realizzazione sito