Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Svizzera, tutti i giochi in denaro disciplinati in un’unica legge. Fra le novità casinò anche online e vincite alle lotterie non più imponibili

In: Politica

21 ottobre 2015 - 16:58


svizzera

(Jamma) – Il Consiglio federale vuole disciplinate tutti i giochi in denaro in Svizzera in un’unica legge. Fra le novità del disegno adottato oggi all’attenzione del Parlamento ci sono la possibilità di proporre giochi da casinò anche online e una maggiore protezione contro la dipendenza. Le vincite alle lotterie non saranno inoltre più imponibili.

 

La nuova legge attua l’articolo costituzionale sui giochi in denaro, approvato dal Popolo e dai Cantoni l’11 marzo 2012. “Per la prima volta tutte le norme sul questo tema saranno inserite in una sola legge”, ha spiegato oggi la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga in conferenza stampa a Berna.

 

Con le nuove normative gli organizzatori saranno tenuti ad adottare misure proporzionali al potenziale pericolo del gioco e potranno perfino prevedere l’esclusione dei giocatori dipendenti. “Le persone malate non devono poter giocare”, ha detto la responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia. I cantoni, da parte loro, dovranno adottare misure preventive e offrire consulenza e cure.

 

Sono previste pene per chi manipola le competizioni sportive legate a scommesse. Inoltre le case da gioco, gli organizzatori delle lotterie, scommesse sportive e giochi di destrezza più pericolosi saranno sottoposti alla legge sul riciclaggio di denaro. “Roulette, Black Jack o scommesse creano un giro d’affari di miliardi, con rischi di corruzione o denaro nero. per questo è importante che lo Stato intervenga”, ha dichiarato la Sommaruga.

 

Tutte le vincite saranno esentate dalle imposte. Attualmente, le vincite alle lotterie e alle scommesse sportive sono imponibili, non invece quelle realizzate nelle case da gioco. Il divieto di proporre giochi da casinò online sarà abolito. Le case da gioco potranno chiedere di includere possibilità nella concessione. Per contro sarà bloccato l’accesso a giochi online non autorizzati. I tornei di poker e altri giochi in denaro con poste e vincite esigue potranno essere organizzati anche al di fuori delle case da gioco.

 

Per il resto il testo riprende le disposizioni vigenti. Le case da gioco continueranno ad aver bisogno di una concessione e saranno sottoposte la vigilanza della Confederazione. Sul prodotto lordo dei giochi sarà riscossa la tassa sulle case da gioco, destinata in gran parte all’AVS (2014: 336 milioni di franchi). Gli utili netti di lotterie e scommesse sportive (2014: 599 milioni) continueranno a essere utilizzati per scopi d’utilità pubblica, segnatamente in ambito culturale, sociale e sportivo.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito