Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

“Stabilità. Ci hanno buttato fuori dalla porta dopo aver costruito per loro il gioco lecito…”

In: Politica

22 dicembre 2014 - 10:37


L.Stabilità: da pensioni a ebook, novità a Camera

(Jamma) – “Scrivo a questa redazione a giochi pressoché conclusi, esclusa ormai ogni speranza di trattative non resta altro che riflessioni e conteggio dei danni in arrivo. In qualita’ di responabile dell azienda che rappresento, sono stato ore ed ore col titolare in ufficio anche nella giornata di domenica ed al telefono con colleghi e concessionari per ragionare su come elargire 500 mln di euro senza danni alle aziende.

 

I gestori cominciano a dismettere awp per ridurre i costi e le awp che non converrebbe tenere in rete. Giusto o sbagliato che sia questa e’ la prima reazione. Meno awp, meno raccolta, meno gettito fiscale. Questo effetto il legislatore non lo aveva previsto? Cio che e’ peggio, che a un certo punto della mattinata, non avendo altro da dismettere per ridurre i costi di gestione, qualcuno ha cominciato a mettere in scaletta la “dismissione” di parte del personale, posti di lavoro perduti, famiglie senza reddito (chissà quante) ed aziende in crisi.

 

Ma tutto ciò era scritto nelle relazioni tecniche della legge di stabilita’. Una legge di stabilita’ per curare la nazione dalla crisi, ma con effetti devastanti sul settore interessato, tra i primi come gettito fiscale. Ora si chiude perche’ e’ domenica e il titolare mi ha liberato senza dire buon pranzo, non aveva fame, troppe preoccupazioni. Mi ha detto solo a domani, ho chiesto: sicuro? Non so se ci possano essere soluzioni o margini di discussione, so solo che ci hanno buttato fuori dalla porta dopo aver costruito per loro il gioco lecito sulle macerie del gioco illegale, con investimenti, sacrifici e rischi imprenditoriali, per diventare oggi solo il danno collaterale di una patrimoniale di 500 mln di euro. Grazie e scusate se non potremo garantirvi nei prossimi mesi la raccolta di questa patrimoniale”.

 

Gabriele De Carlo, responsabile Nuova Videogiochi srl

Commenta su Facebook


Realizzazione sito