Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Soppressione Aams: “Operazione scellerata”(video)

In: Politica

18 luglio 2012 - 10:06


aa

Barbato (IdV) su soppressione Aams: “Il Governo non rispetta le decisioni del Parlamento

 

(Jamma) Si tiene oggi a Roma, presso la sede della Direzione Generale dell’Amministrazione dei Monopoli di Stato l’assemblea dei lavoratori dell’ente sulla questione relativa al provvedimento inserito nel decreto di ‘spending review’ in base al quale si intende accorpare l’Aams alle Dogane e procedere quindi con uno ‘spacchettamento’ delle funzioni che attualemnte l’ente ricopre.

 

I rappresentanti dell’RSU Monopoli criticano in modo fermo e deciso il provvedimento e le sue motivazioni così come sono state riferite dal Ministro delle Finanze Grilli. Contestano in particolar modo le ‘critiche’ circa la mancanza di una efficiente e diffusa rete territoriale. “ Il governo dimostra di avere una scarsa conoscenza dei fatti” fanno sapere i rappresentanti sindacali. “Ai 400 dipendenti della sede centrale vanno sommati gli oltre 1.000 passati alle sede periferiche dell’Aams e provenienti dal dipartimento delle Finanze. Una operazione che si è conclusa solo pochi mesi fa, che ha richiesto sacrifici e impegno e che oggi si vuole cancellare facendo passare tutto questo come un modo per tagliare le spese dela macchina statale”. I lavoratori, oltre 2.500,difendono i loro lavoro, le competenze acquisite nel tempo anche grazie alla volontà di portare a compimento un progetto di rinnovamento dell’Amministrazione . “Il decreto” è stato detto “ ha tempi stretti. La Commissione Finanze del Senato tra poche ore dovrà licenziare il provvedimento. Entro il 10 agosto concluderà il suo iter di esame. Il governo fino ad ora si è mostrato sordo alle richieste di chiarimento e di modifica delle parti sociali e degli stessi esponenti politici”.

Barbato (IdV) su soppressione Aams: “Il Governo non rispetta le decisioni del Parlamento

(Jamma) “Il governo aveva intenzione di procedere ad un accorpamento di varie Agenzie. C’era anche l’idea di costituire un’unica azinezia che accorpasse anche la Guardia di Finanza. Loro si sono opposti e hanno avuto la meglio. Evidentemente sono più organizzati di voi” ha esordito Francesco Barbato, deputato dell’IdV, oggi a Roma per l’assemblea generale dei dipendenti dell’Aams ce si tiene a Paizza Mastai. “Il mio impegno sul fronte della lotta alla illegalità nel settore dei giochi è noto a tutti. Il settore va regolamentato e controllato, senza contare poi la necessità di contrastare le potenti lobby dei concessionari. Per questo ho sempre sostenuto il ruolo di uno Stato forte ceh lo può essere solo attraverso una Amministrazione forte ed efficiente. Da qui la convinzione che si dovesse procedere nella trasformazione dell’Aamsin Agenzia dei Giochi. Si è avviato un iter parlamentare in questo sesno. E’ stato completato e mancava solo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. Se non si è ancora fatto è perchè questo Governo non rispetta le decisioni del Parlamento.

“La ‘spending review’ gestita così è semplicemente una operazione di facciata, prosegue Barbato. Sopprimere l’Aams vuol dire fare l’ultimo ennesimo regalo ai concessionari che così possono continuare a fare la voce grossa. Ci sono altri modi per fare tagli, che siano reali. Io ne possono suggerire qualcuno, non certo ‘sfasciare una parte di Stato che funziona, come è il caso dell’Aams. Si annacqua tutto e si disperde tutto , senza criterio”

[videoplayer file=”http://www.jamma.it/clips/aamsind.f4v” /]

 

I lavoratori

 

“Il settore del gioco non si può ‘controllare’ con 81 sedi provinciali” è stato detto oggi nel corso dell’Assemblea dei lavoratori della sede centrale dell’Aams. “ Da tempo tentiamo di spiegare che il controllo si garantisce solo se si dispone di competenze e di un numero adeguato di dipendenti. Se i giochi ci sono è perchè è lo Stato che lo vuole. Se vuole garantire il controllo non può pensare di tagliare risorse ai Monopoli e addirittura sopprimerli”

Commenta su Facebook


Realizzazione sito