Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Slot. L’IdV propone aumento del Preu per finanziare disposizioni per la razionalizzazione della spesa pubblica

In: Politica

21 giugno 2012 - 15:13


slotdi

Vicenza: Variati, nessuna crociata contro sale giochi e scommesse

 

(Jamma) Prelievo Erariale Unico sulla raccolta delle slot al 15% per finanziare gli interventi necessari a garantire il pagamento dei crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione. Un gruppo di parlamentari dell’Italia dei Valori ha presentato un emendamento al dl razionalizzazione della spesa pubblica in base al quale si prevede che, a decorrere dal 1 luglio 2012 il prelievo erariale unico di cui all’articolo 39, comma 13, del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, e successive modificazioni, è determinato, in capo ai singoli soggetti passivi d’imposta, applicando un’aliquota pari al 15 per cento».

L’’emendamento rientra tra quelli ammissibili nelle Commissioni riunite Affari costituzionali e Bilancio della Camera. Di seguito il testo della proposta

Sostituire i commi da 2 a 4 con i seguenti:
2. I contribuenti intestatari di conto fiscale di cui al comma 27 dell’articolo 78 della legge 27 dicembre 1991, n. 413, possono utilizzarlo per procedere alla compensazione nei termini di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, comprendendo tra i crediti anche quelli relativi alla fornitura di beni e servizi alle Amministrazioni dello Stato, di cui siano titolari, a condizione che:
a) i crediti siano scaduti ed esigibili;
b) siano state ottemperati gli obblighi di legge e le obbligazioni derivanti dal contratto di cessione dei beni o di prestazione dei servizi, nei termini e secondo le modalità indicati nel contratto stesso;
c) il contribuente abbia segnalato all’Amministrazione debitrice la volontà di procedere alla compensazione.

3. I crediti possono essere compensati in tutto o in parte e sino a capienza del dovuto. Il contribuente è tenuto a presentare al gestore del conto la documentazione necessaria a comprovare la titolarità del debito e la sua esigibilità, nonché ad indicare quali poste intenda compensare.
4. Il gestore del conto fiscale segnala separatamente all’Agenzia delle entrate le compensazioni avvenute e tutti gli elementi identificativi necessari. Mensilmente l’Agenzia provvede ad inviare alle Amministrazioni debitrici le compensazioni per debiti di fornitura, per gli adempimenti di propria competenza.
4-bis. Con apposito decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, sentiti i Direttori delle Agenzie fiscali e i Presidenti degli Enti Previdenziali, da emanare entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, sono stabilite le caratteristiche della domanda del creditore, del certificato rilasciato dall’Ente pubblico, le modalità per l’inserimento dei dati nell’Anagrafe Tributaria, nonché la procedura per il pagamento del credito da parte degli Enti debitori agli istituti di credito.

Conseguentemente, all’articolo 15 dopo il comma 1, aggiungere i seguenti:
1-bis. Agli oneri derivanti dall’attuazione dei commi da 2 a 4-bis dell’articolo 13-bis si provvede con le maggiori entrate determinate a decorrere dall’anno 2012 dalle disposizioni di cui al comma 1-terrispetto a quanto previsto dal comma 1 dell’articolo 30-bis del decreto legge n. 185 del 2008, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, ed accertate con decreto del Ministero dell’economia e delle finanze.
1-ter. Il comma 1 dell’articolo 30-bis del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, è sostituito dal seguente:
«1. A decorrere dal 1o luglio 2012, il prelievo erariale unico di cui all’articolo 39, comma 13, del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, e successive modificazioni, è determinato, in capo ai singoli soggetti passivi d’imposta, applicando un’aliquota pari al 15 per cento».

Palomba Federico, Mura Silvana, Favia David, Donadi Massimo, Borghesi Antonio

Commenta su Facebook


Realizzazione sito