Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Semplificazioni. Il governo esclude dal dl i provvedimenti di competenza dell’AAMS

In: Politica

1 febbraio 2012 - 17:47


monti_mario

(Jamma) Scia più snella con il Dl semplificazioni. Il decreto varato venerdì scorso dal Consiglio dei Ministri e che dovrebbe essere firmato a breve dal presidente della Repubblica rivede tra le altre cose la disciplina della Scia, segnalazione certificata di inizio attività.

Il provvedimento contiene una serie di misure, da introdurre entro il prossimo dicembre, orientate alla semplificazione procedimentale per l’esercizio di attività economiche che però non includono, come precisato nel testo, “i procedimenti di competenza del Ministero dell’economia e delle finanze, delle Agenzie fiscali di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato e della Guardia di finanza”.
Secondo indiscrezioni non è escluso che lo stesso consiglio dei Ministri possa optare per una modifica del testo del decreto semplificazioni nella parte in cui Fipe, la federazione italiana dei pubblici esercizi, ha segnalato un potenziale rischio della sicurezza pubblica se si togliessero le autorizzazioni ora previste per aprire un circolo privato . Il ministro Patroni Griffi ha annunciato verifiche con l’Interno. Le previste modifiche al Tulps contenute in una prima bozza del decreto impedirebbero, come denuncia la Fipe, anche al questore di chiudere in via preventiva circoli per motivi di ordine pubblico. Alla polizia, infine, sarebbe addirittura impedito di entrare nei circoli privati.
«Siamo i primi a invocare la semplificazione degli adempimenti amministrativi – sostiene Lino Stoppani, presidente Fipe, la Federazione italiana pubblici esercizi – ma dobbiamo fare attenzione a non mettere a repentaglio la salute e la salvaguardia della vita dei cittadini».

Commenta su Facebook


Realizzazione sito