Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Roncella (RES): Roma portabandiera del gioco d’azzardo, Alemanno adotti un piano di regolamentazione

In: Cronache, Politica

22 febbraio 2012 - 15:29


roma

(Jamma) “Non ospiteremo le Olimpiadi del 2020 ma una medaglia d’oro, purtroppo, l’abbiamo già vinta:  riguarda il gioco d’azzardo e la nostra amata città ne è la triste portabandiera nazionale con la cifra folle di 294 sale giochi e più di 50mila slot-machine distribuite tra Roma e provincia”. Così commenta Andrea Roncella, responsabile del Movimento Roma Europa Sociale, i dati pubblicati nel dossier sul mondo del gioco d’azzardo presentato da Libera.
“Come se non bastasse a Piazza Re di Roma, nel centro dell’Appio-Latino: uno dei quartieri più popolosi dell’intera città, sorge il più grande locale d’Europa che conta 900 postazioni di gioco. Una situazione drammaticamente preoccupante, quella della capitale, capace di uccidere l’intero tessuto sociale gettando nella disperazione intere famiglie, alimentando nei giovani la cultura del soldo facile e a tutti i costi, e fomentando nei meno giovani l’ utopistica illusione che basti un gratta e vinci per risolvere i problemi della vita.”
“Ci auguriamo che l’AAMS (Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato) riconosca  i tanti pericoli, dallo stato di salute a quello economico, che si nascondono dietro il mondo del gioco, anche se legale.”

“E’ necessario quanto prima” conclude Roncella “che il sindaco Alemanno tramite Roma Capitale adotti un proprio piano di regolamentazione che disciplini in maniera dettagliata tutto il sistema dalle autorizzazioni, ai controlli, alle eventuali sanzioni per porre un freno a un fenomeno che è bene iniziare a chiamare con il suo vero nome: piaga sociale”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito