Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Roma: arriva il bollino per i locali “slot free”, a breve in Aula delibera su sale gioco

In: Politica

26 febbraio 2015 - 09:38


romacomune

(Jamma) – “Il simbolo di una farfalla contro slot machine e gioco d’azzardo, e un bollino per riconoscere i locali “virtuosi”. L’iniziativa del coordinamento regionale Mig – Mettiamoci in Gioco arriva nel Lazio, insieme al bollino “Liberi dal gioco d’azzardo” che verrà distribuito ai locali “slot free” del territorio per esporlo sulle proprie vetrine.

 

La campagna del coordinamento Mig nata nel 2012, è promossa da istituzioni, organizzazioni di terzo settore, associazioni di consumatori e sindacati: Acli, Ada, Adusbef, Anci, Anteas, Arci, Associazione Orthos, Auser, Aupi, Avviso Pubblico, Azione Cattolica Italiana, Cgil, Cisl, Cnca, Conagga, Ctg, Federazione Scs-Cnos/Salesiani per il sociale, Federconsumatori, FeDerSerD, Fict, Fitel, Fp Cgil, Gruppo Abele, InterCear, Ital Uil, Lega Consumatori, Libera, Scuola delle Buone Pratiche/Legautonomie-Terre di mezzo, Shaker-pensieri senza dimora, Uil, Uil Pensionati e Uisp.

 

“Liberi dal gioco d’azzardo è uno di quei messaggi positivi che ci sentiamo di sostenere – dichiara l’assessore a Roma Produttiva Marta Leonori – Nel nuovo regolamento degli impianti pubblicitari abbiamo con forza voluto inserire per gli impianti pubblici o privati, affidati in concessione da Roma capitale, il divieto di pubblicità con messaggi che incitino al gioco d’azzardo. Ci avvarremo di un’Authority esterna che definirà quali messaggi non sono accettati”.

 

Poi l’annuncio di un provvedimento atteso da tempo. “Sta per arrivare all’esame dell’Assemblea Capitolina la delibera che vede primo firmatario il consigliere Dario Nanni e che disciplina slot machine e sale gioco”.

 

Un lavoro da svolgersi in sinergia con l’assessore al Sociale e l’assessore alla Legalità per assistere le persone affette dalla patologia del gioco. “Inoltre – conclude Leonori – vogliamo dare un seguito a questa campagna di sensibilizzazione attraverso tutti i canali istituzionali e attraverso le associazioni di categoria per coinvolgere gli esercenti. Chiederemo alla Camera di Commercio che le associazioni possano essere promotrici del bollino Liberi dal gioco d’azzardo. Non nascondiamo, comunque, che una legge nazionale ci aiuterebbe molto per darci gli strumenti per intervenire nella maniera migliore contro un fenomeno dilagante”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito