Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Regione Valle d’Aosta, interpellanza Bertin (Alpe): “Porre in essere ulteriori azioni di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo patologico”

In: Politica, Primopiano2

27 settembre 2016 - 16:06


consiglio-regionale_aosta

(Jamma) – Nell’ambito del prossimo consiglio regionale della Valle d’Aosta, che si terrà il 5 e 6 ottobre, si parlerà anche di gioco d’azzardo. Nell’ultima seduta il consigliere regionale del Gruppo “Alpe”, Alberto Bertin, ha infatti chiesto di iscrivere all’ordine del giorno un’interpellanza in materia.

 

“Richiamata la legge regionale 15 giugno 2015, n. 14 recante “Disposizioni in materia di prevenzione, contrasto e trattamento della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico”; ricordata la precedente interrogazione sull’argomento; evidenziato il sempre maggiore allarme sociale rappresentato dal gioco patologico, in particolare tra le giovani generazioni, dove il fenomeno è in crescita esponenziale come segnalato da numerosi studi; sottolineata la crescita preoccupante del fenomeno in Valle d’Aosta con una media di 1.000 euro a testa spesi per il gioco d’azzardo legalizzato ed un sempre maggior ricorso ai servizi del SERD per questa patologia; il sottoscritto Consigliere regionale interpella l’Assessore competente per conoscere: se si sia dato corso alla piena applicazione della legge e, in particolare, se sia a conoscenza delle risultanze dei controlli effettuati dai Comuni finalizzati alla verifica del rispetto delle prescrizioni di legge; se, visto l’acuirsi del fenomeno in questione, si intendano porre in essere ulteriori specifiche azioni di prevenzione e contrasto del gioco d’azzardo patologico”.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi