Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Ravenna. Matteucci stila un decalogo per regolare e tassare il gioco d’azzardo ‘lo presenterò al ministro Delrio’

In: Cronache, Politica

17 gennaio 2014 - 15:40


delrio

(Jamma) Oggi il Sindaco di Ravenna ha annunciato la sua proposta articolata sul gioco d’azzardo e ha annunciato che la presenterà al Ministro Graziano Delrio. Si tratta di una proposta in 10 punti fatta per regolare e tassare il gioco d’azzardo e avanzata “dopo aver letto le proposte di istituzioni, organizzazioni di terzo settore, associazioni di consumatori, sindacati: ACLI, ADUSBEF, ALEA, ANCI, ANTEAS, ARCI, Associazione Orthos, AUSER, Avviso Pubblico, Azione Cattolica Italiana, CGIL, CISL, CNCA, CONAGGA, Federconsumatori, FeDerSerD, FICT, FITEL, Fondazione PIME, Fp CGIL, Gruppo Abele, Gruppo dello Zuccherificio, InterCear, Libera, Scuola delle Buone Pratiche/Legautonomie-Terre di mezzo, Shaker – pensieri senza dimora, UIL, UISP.

I 10 punti:

1. “Bisogna investire risorse per tutelare la salute degli individui: va impedito realmente il gioco ai minori di 18 anni, vanno curati i giocatori patologici e assistite le loro famiglie.
2. Si devono avviare ricerche e forme di monitoraggio e studio sul gioco d’azzardo patologico.
3. Le autorizzazioni all’apertura delle sale da gioco devono essere concesse dal Sindaco, sentito il Questore.
4. Lo 0.50 per cento delle somme giocate deve essere dato ai Comuni per investire in attività formative e culturali.
5. Si devono applicare le leggi antimafia: nessuna concessione a condannati o imputati e alle loro famiglie.
6. L’ identità dei mandanti o dei titolari effettivi delle società deve essere chiara e ogni movimento di denaro deve essere tracciabile.
7. Entro due anni si potrà giocare d’azzardo solo nelle sale da gioco autorizzate.
8. Devono essere regolamentati i luoghi fisici del gioco d’azzardo e definite chiaramente le modalità di gioco. Deve essere limitata la pubblicità e deve essere impedito l’utilizzo del wifi pubblico per giocare online.
9. Deve essere incrementato il fondo antiusura per il pagamento dei debiti da gioco d’azzardo patologico.
10. Deve essere riportata la tassazione sul gioco d’azzardo al 30 per cento, che a regime vale 20 miliardi di euro per le casse dello Stato, e deve essere incrementato il prelievo fiscale anche sul gioco online”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito