Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Rampi e Bobba (Pd), in materia di gioco chiediamo che il governo faccia di più

In: Personaggi, Politica

17 febbraio 2012 - 11:57


(Jamma) “Il governo ha solo espresso per ora una dichiarazione d’intenti ma siamo di fronte ad una emergenza sociale ed occorre fare di più”. E’ quanto affermano Elisabetta Rampi e Luigi Bobba, deputati del Pd, dopo la discussione in Aula dell’interpellanza urgente presentata  per sollecitare iniziative a tutela dei cittadini, e in particolare dei bambini e degli adolescenti, vittime della ludopatia, cioè la dipendenza del gioco d’azzardo.

“Chiediamo due iniziative immediate – spiegano i due deputati democratici: un decreto legge per regolamentare severamente la pubblicità dei giochi d’azzardo, così come già avviene, ad esempio, per il tabacco, e l’attuazione della Legge di Stabilità 2010, n. 220, che all’art. 1 comma 70 contiene l’impegno del governo a definire linee di azione per la prevenzione, il contrasto e il recupero del fenomeno della ludopatia conseguente al gioco compulsivo. E’ dunque possibile prendere subito iniziative nei confronti di un fenomeno che sta assumendo dimensioni di vero e proprio allarme sociale, aggravato dalla pesante crisi economica che favorisce la diffusione di comportamenti compulsivi e autolesionistici in soggetti deboli e particolarmente vulnerabili. La dipendenza da gioco è assimilabile alla dipendenza da alcool o da sostanze stupefacenti e, oltre a ledere la salute psicofisica del soggetto interessato, coinvolge spesso interi nuclei familiari che si vedono sottratte ingenti somme di denaro, con un impoverimento della loro situazione finanziaria e affettiva. Le cifre del fenomeno sono incredibili: secondo i dati Eurispes il gioco d’azzardo è diventato la terza industria del paese con un introito di 76 miliardi nel 2011, a cui si aggiungerebbe oltre 10 miliardi di proventi illegali secondo una recente denuncia dell’Associazione Libera. Perciò, occorre un intervento serio e urgente da parte del governo, così come il parlamento è chiamato a fare la sua parte: noi chiediamo la calendarizzazione della proposta di legge di iniziativa regionale del Piemonte, primo firmatario Roberto Placido del Pd, bloccata nella X commissione, che prevede il divieto di installazione delle slot machinenei locali pubblici e nei circoli associativi”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito