Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Padoan (Mef): “Con Stabilità già destinati 50 mln alla lotta al gioco d’azzardo patologico” (VIDEO)

In: Politica

16 settembre 2015 - 15:45


Carlo Padoan

(Jamma) Con Stabilità sono stati destinati 50 mln di euro per contrastare le patologie del gioco d’azzardo. Si tratta di risorse del Fondo Sanitario Nazionale per azioni di prevenzione e contrasto a questa forma di dipendenza. A partire dal 2015 verrà destinato 1 milione di euro per ciascun anno 2015-2016-2017 al controllo dei soggetti a rischio attraverso software che consentono ai giocatori di valutare il loro livello di dipendenza”. Alla ripartizione dei fondi si provvede annualmente, all’atto dell’assegnazione delle risorse spettanti alle regioni e alle province autonome di Trento e Bolzano, a titolo di finanziamento della quota indistinta del fabbisogno sanitario standard regionale, secondo criteri e modalità previste dalla legislazione vigente in materia di costi standard. La verifica dell’effettiva destinazione delle risorse alle relative attività assistenziali costituisce condizione ai fini dell’accesso al finanziamento integrativo del Servizio sanitario nazionale.

Così il ministro Padoan ha risposto alla interrogazione presentata oggi alla Camera dall’onorevole Binetti.

La parlamentare ha replicato evidenziando come non si sia fatto nulla per vietare la pubblicità al gioco d’azzardo.”Il paziente che si ammala da dipendenza grave da gioco d’azzardo non distingue tra il gioco per così dire «legale» e il gioco che viene dalla criminalità organizzata: lui gioca e si ammala e su questo mi sembra che le iniziative che il Governo ha preso fino ad ora sono veramente molto timide, tanto timide che trovo tuttora inspiegabile che, mentre per un anno intero abbia lavorato sull’ipotesi di un provvedimento che doveva rientrare nella delega fiscale, ha totalmente ignorato l’altra proposta di legge, ad iniziativa parlamentare, che aveva come unico obiettivo semplicemente la prevenzione attraverso lo stop alla pubblicità e la cura attraverso la presa in carico dei pazienti. ” ha detto. “Per quanto riguarda il fenomeno della dipendenza da gioco d’azzardo occorre considerare che non paiono ancora definite le sue dimensioni e quindi risulta difficile quantificare quali e quanti risorse siano necessarie a questo tipo di interventi. Non mancheremo di approfondire, anche con il necessario apporto del Ministero della Salute, tutti i profili che il fenomeno presenta al fine di individuare le possibili soluzioni” ha concluso Padoan.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito