Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Nuno Melo (PPE): ‘La Commissione prevede di creare un approccio unico per combattere le frodi e il riciclaggio di denaro nel gioco on line?’

In: Cronache, Politica

15 gennaio 2013 - 09:49


Nuno_Melo
Marc Tarabella (S&D). ‘Cosa ne pensa la Commissione sulla proposta britannica di tassare la posizione dei giocatori?’

(Jamma) Vista la natura transfrontaliera del gioco d’azzardo on line e sapendo che il gioco d’azzardo è un settore di competenza degli Stati membri e che esistono delle difficoltà oggettive per applicare i dispositivi previsti da ogni Stato membro per combattere le frodi e il riciclaggio del denaro, l’onorevole del Partito Popolare europeo Nuno Melo, in un’interrogazione depositata ieri, chiede alla Commissione “se intende chiarire il contesto giuridico del gioco d’azzardo on line e se la stessa Commissione prevede di creare un meccanismo per consentire il pieno rispetto della legislazione in vigore in ciascuno Stato membro”.

Considerando che – afferma l’onorevole nella sua interrogazione -:

– I giochi online è una delle attività in più rapida crescita nell’Unione europea, comprese le scommesse sportive e il poker, giochi di casinò e lotterie, con 6,8 milioni di clienti;

– Ci sono migliaia di siti di gioco d’azzardo on-line non regolamentati ai quali i consumatori sono esposti e con rischi significativi;

– Il riciclaggio di denaro e la frode devono essere combattuti, lo sport deve essere protetto dalle partite e dalle scommesse truccate e le relative norme nazionali devono rispettare la legislazione comunitaria;

– Dato il loro carattere transfrontaliero, gli Stati membri non possono applicare efficacemente a livello individuale, i dispositivi della lotta antifrode, è per questo che è necessario adottare un approccio che riunisce l’Unione europea, gli Stati membri e l’intero settore;

– È stata presentata dalla Commissione europea a Bruxelles lo scorso ottobre, un piano d’azione per regolare il gioco d’azzardo on-line;

La Commissione:

1. Sapendo che il gioco d’azzardo è un settore strettamente di competenza degli Stati membri, come è stato ampiamente riconosciuto dalla Corte di giustizia dell’Unione europea e sottolineato dal Consiglio e dal Parlamento europeo, la Commissione intende chiarire il contesto giuridico del gioco d’azzardo on-line?

2. Prevede di creare un meccanismo per consentire il pieno rispetto della legislazione in vigore in ciascuno Stato membro?”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito