Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Missaglia (LC): definita la mappa dei luoghi sensibili da proteggere da sale gioco e slot. Vietate nuove concessioni entro 500 metri

In: Politica

29 marzo 2016 - 09:19


slot-te

(Jamma) – Una mappa per definire i luoghi ”sensibili” presenti sul territorio comunale, nelle vicinanze dei quali non potranno più essere installate nuove apparecchiature per il gioco d’azzardo.

 

E’ l’impegno sottoscritto nei giorni scorsi attraverso una deliberazione ad hoc, dalla giunta comunale di Missaglia (LC) che, richiamandosi alla legge regionale in materia di ludopatia, ha deciso di ”mettere nero su bianco” le zone del territorio da ”tutelare”.

 

L’ufficio tecnico ha infatti predisposto una vera e propria planimetria dove sono stati indicati innanzitutto i luoghi sensibili: chiese, sedi di associazioni, impianti sportivi, strutture residenziali operanti in ambito sanitario o socio-assistenziale, scuole, luoghi di aggregazione giovanile e oratori. Entro la distanza di 500 metri da questi ultimi non sarà infatti più consentita l’installazione – all’interno di bar e pubblici esercizi autorizzati – di apparecchiature per il gioco d’azzardo. Niente più slot machines o videolottery, tanto meno concessioni per sale ad esse dedicate.

 

Ovviamente la decisione non si riferisce agli apparecchi che risultano già installati alla data di pubblicazione della delibera, ma soltanto ad eventuali nuovi acquisti che i titolari degli esercizi o i futuri esercenti operanti nel territorio di Missaglia potrebbero valutare.

 

”Con questa delibera abbiamo deciso di assumere un vero e proprio impegno politico” ci ha spiegato l’assessore Paolo Redaelli. ”A Missaglia, nel raggio indicato dalla planimetria che abbiamo predisposto insieme all’ufficio tecnico, non potranno essere installate nuove macchinette da gioco. E’ un’azione a nostro avviso importante per tentare, secondo quelle che sono le nostre competenze, di dare una risposta al preoccupante fenomeno della ludopatia”.

 

D’ora in avanti l’installazione di nuovi giochi leciti a Missaglia sarà consentita solo ed esclusivamente – mediante presentazione di apposita SCIA – nel rispetto di quanto previsto dalla delibera approvata dalla giunta, con le sue regole e limitazioni. Contestualmente è stato dato mandato agli uffici competenti di procedere ad un censimento del numero dei giochi installati in ciascun pubblico esercizio, dando opportuna visibilità alla planimetria redatta, che sarà parte integrante della variante al Piano di governo del territorio in fase di stesura.

 

”La delibera non era obbligatoria, è stata una scelta politica che abbiamo voluto compiere, recependo la legge regionale” ha commentato in proposito il sindaco Bruno Crippa. ”Come giunta abbiamo deciso di non incentivare questo tipo di attività perchè riteniamo la ludopatia un problema pesante. Come amministrazione comunale l’unico strumento a nostra disposizione era quello di agire in un’ottica di prevenzione, per evitare che questo fenomeno di diffonda ulteriormente”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito