Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Marino (Pd) su sala giochi a Torino: “Fare chiarezza su disciplina aperture”

In: Apparecchi Intrattenimento, Politica

11 agosto 2014 - 15:03


vltroyal

(Jamma) Il Presidente della Commissione Finanze e tesoro Mauro Marino ha presentato un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’Economia e delle Finanze e al Ministro dell’Interno sull’apertura dell’ennesima sala giochi VLT a Torino, in corso Racconigi, in un luogo sensibile del quartiere in quanto collocato tra una parrocchia e due scuole.

L’insediamento di una sala giochi in una via ad alta densità abitativa – afferma Marino – ed in prossimità di due luoghi di aggregazione frequentati soprattutto da minori , è l’ennesima dimostrazione dell’assoluta necessità di fare chiarezza normativa su un tema che ha dirette ripercussioni sull’ordine e la sicurezza pubblica della città.

Anche per evitare la crescente proliferazione di questi fenomeni – continua Marino – la Commissione parlamentare che presiedo, congiuntamente con la Commissione Finanze della Camera dei Deputati ha concordato l’inserimento di un passaggio chiave all’interno della legge cosiddetta di Delega fiscale, volto a garantire forme vincolanti di partecipazione dei comuni competenti per territorio al procedimento di autorizzazione e di pianificazione delle sale giochi, che tengano conto di parametri di distanza da luoghi sensibili e da zone interessate da ingente traffico.

E’ infatti evidente come la scarsa linearità nell’iter procedurale e nell’attribuzione delle competenze per la concessione delle autorizzazioni, sia nella fase istruttoria sia in quella insediativa, comporti il verificarsi di “regimi autorizzativi multipli”, spesso nel mancato rispetto del Regolamento comunale, autorità preposta a disciplinare in questo campo e a infliggere sanzioni per eventuali atti infrattivi.

Continuerò ad impegnarmi personalmente, per quanto di mia competenza – conclude il Senatore Marino – affinchè con l’emanazione del decreto attuativo dell’articolo 14 della delega fiscale si fornisca una disciplina omogenea cui le singole amministrazioni locali possano far riferimento per far fronte alle giuste richieste dei propri cittadini“.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito