Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Marinello (Pdl) impegna il Governo ad individuare misure necessarie a sostegno dell’ippica

In: Cronache, Politica

23 febbraio 2012 - 15:11


marinello

(Jamma) Questa mattina alla Camera l’onorevole del Pdl Giuseppe Francesco Maria Marinello ha presentato un ordine del giorno con il quale impegna il Governo ad individuare entro il 30 marzo 2012 le risorse necessarie al sostegno dell’ippica.

Premesso che – si legge nell’ordine del giorno – da tempo le associazioni di categoria denunciano la situazione di crisi drammatica del mondo dell’ippica che rischia la chiusura delle attività di qui a pochi mesi; nel 2012 lo stanziamento che l’Agenzia per lo sviluppo del settore ippico (ASSI, ex UNIRE) destina a corse, allevamento e gestione degli ippodromi è stato ulteriormente e drasticamente ridotto, in misura superiore al 40 per cento;

con il comma 12-bis dell’articolo 29 sono state introdotte disposizioni volte meramente a posticipare, a decorrere dal 1o marzo 2012, il termine di pagamento dell’imposta unica sulle scommesse ippiche e sulle scommesse su eventi diversi dalle corse dei cavalli, che è stato stabilito al 20 dicembre dello stesso anno e al 31 gennaio dell’anno successivo, con riferimento all’imposta unica dovuta rispettivamente per il periodo da settembre a novembre e per il mese di dicembre, nonché al 31 agosto e al 30 novembre con riferimento all’imposta unica dovuta rispettivamente per i periodi da gennaio ad aprile e da maggio ad agosto dello stesso anno;

si tratta di misure che non incidono in alcun modo sullo stato di crisi: numerose società che gestiscono ippodromi fra cui Roma Capannelle, Pisa e Palermo, Torino, Bologna, Varese e Cesena, hanno sospeso temporaneamente le corse, ma corrono il rischio di essere obbligate alla chiusura definitiva, mettendo a rischio il futuro di 50.000 addetti ai lavori e di circa 15.000 cavalli;

il settore dell’ippica riveste una importanza che va al di là del fatto sportivo, in quanto diffonde una immagine positiva dell’Italia nel mondo ed è legata a tradizioni ormai centenarie,

impegna il Governo:

ad individuare entro il 30 marzo 2012, anche nell’ambito di provvedimenti di urgenza, le risorse necessarie al sostegno del settore, intervenendo, anche sotto il profilo legislativo, sia al fine di favorire l’interesse degli scommettitori sulle gare ippiche, sia al fine di riservare ima quota congrua e certa dei proventi del settore giochi all’Agenzia per lo sviluppo del settore ippico, quale garanzia del montepremi e dello sviluppo del settore;

a riproporre alla guida dell’Agenzia rappresentanti provenienti dal mondo ippico, in grado di veicolare correttamente le istanze del settore.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito