Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Lombardia. Approvato all’unanimità pdl per il contrasto al gioco patologico

In: Politica

15 ottobre 2013 - 13:08


regione_lombardia

(Jamma) Approvata all’unanimità in Consiglio regionale della Lombardia la proposta di legge per la prevenzione ed il trattamento del gioco d’azzardo patologico. Il testo votato in aula racchiude e sintetizza quattro progetti di legge (presentati da Fratelli d’Italia, Lega, Pd e giunta) ed è frutto del lavoro svolto in Commissione attivita’ produttive.

“Il progetto di legge – aveva spiegato il relatore Fabio Rolfi della Lega nord – nasce dall’esigenza di fornire una risposta legislativa concreta e bilanciata a un problema reale riguardante ormai molti cittadini e che, troppo spesso, è passato sottotraccia nell’opinione pubblica. Con questa legge, Regione Lombardia, intende affrontare in maniera completa tutti gli aspetti connessi al gioco d’azzardo patologico, attraverso una stretta collaborazione con le ASL e i Comuni, in particolare per quanto concerne la sensibilizzazione sul fenomeno e mediante interventi di carattere fiscale nei riguardi di chi gestisce attività con videopoker e slot machine”.

La legge, che stabilisce la distanza di 500 metri dai luoghi sensibili per le sale da gioco , introduce misure finalizzate alla prevenzione e al contrasto di forme di dipendenza dal gioco d’azzardo, nonché al trattamento e al sostegno delle persone che ne sono affette e dei loro familiari e prevede azioni da realizzare con la collaborazione della Regione, dei comuni, delle ASL e delle associazioni di categoria.

La Regione garantisce la programmazione dell’attività di prevenzione e contrasto della dipendenza da gioco d’azzardo, predispone un apposito marchio “No Slot” rilasciato agli esercenti che decidono di non installare nei pubblici esercizi apparecchi per il gioco d’azzardo lecito. L’assenza di apparecchi per il gioco d’azzardo lecito è considerato titolo di preferenza nella concessione di benefici e finanziamenti

La Regione può inoltre concedere apposite agevolazioni fiscali ai fini IRAP alle imprese che decidono volontariamente di disinstallare apparecchi da gioco e al contempo istituisce un contributo obbligatorio a carico degli esercizi che ospitano apparecchi da gioco d’azzardo lecito.

 

Durante la discussione sono emerse le difficoltà che spesso incontrano i gestori di esercizi commerciali quando manifestano l’intenzione di disdire il contratto con i gestori delle famose slot machines. La Regione Lombardia ha deciso di offrire assistenza legale gratuita per permettere agli esercenti che vogliono eliminare le slot machines dalla propria attività commerciale di poterlo fare.

 

 

Lombardia: Maroni, primi nell’affrontare ludopatie, Parlamento ci segua

 

Scarica a questo link il testo del provvedimento 

 

Leggi la relazione definitiva presentata in Consiglio Regionale

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito