Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

L’IdV propone il preu al 15% per sostenere il settore della cultura

In: Apparecchi Intrattenimento, Newslot, Politica, Videolottery

17 aprile 2012 - 09:47


di_pietro

(Jamma) Innalzare le aliquote del prelievo erariale unico (PREU) sui giochi unificandole ad un’aliquota unica del 15 per cento, disposizione che determinerà un maggior gettito di almeno un miliardo e mezzo di euro all’anno. E’ quanto si chiede all’interno di una mozione presentata dall’Italia dei Valori, primo firmatario Antonio Di Pietro, per sostenere il settore delle cultura italiano che necessita di fonti di finanziamento certe e continuative.

“L’Italia ha il più importante patrimonio culturale al mondo, – ha spiegato Di Pietro – ma la cultura contribuisce per poco più del 2 per cento al Pil, meno della metà di Francia e Germania, dunque, il potenziale di crescita e enorme, ma mancano capacità e fondi. La politica dei tagli degli ultimi anni che i firmatari del presente atto ritengono sconsiderata ha messo in ginocchio tutti i settori della cultura, dalla scuola all’università, alla ricerca, ai beni culturali determinando un’allarmante situazione generalizzata di regresso e di forte riduzione della mobilità sociale. Serve investire nell’intero settore culturale, con strategie di lungo periodo, bisogna invertire completamente la pratica, consueta negli ultimi tempi, di considerare le risorse destinate alla cultura come spese inutili o comunque non prioritarie stante la situazione di crisi economica e dei conti pubblici. Investire sulla cultura è una delle principali strade percorribili dal nostro Paese per uscire dalla crisi che, ormai, non è più solo economica, ma investe in maniera profonda e strutturale la radice stessa della nostra società. La cultura, in una parola, deve tornare al centro dell’azione di governo”.

La mozione dell’IdV vuole impegnare il governo ad adottare politiche che concentrino risorse aggiuntive sul settore della conoscenza, individuando fonti di finanziamento reperibili nell’immediato, anche operando una selezione delle priorità e delle urgenze di sviluppo. Oltre all’aumento del Preu sui giochi, l’Idv ha suggerito di reperire fonti di finanziamento attraverso la riduzione delle spese militari, la messa all’asta delle frequesnza televisive e la razionalizzazione dei tagli definiti con le manovre di finanza.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito