Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

La Commissione Finanze del Senato vota per la maggior trasparenza nella gestione delle Lotterie nazionali

In: Lotterie, Lotto&Lotterie, Politica

9 maggio 2012 - 09:48


lotteria_italia

Interventi del sen. Lauro, Leddi, Baldassarri

 

(Jamma) La Commissione Finanze e tesoro del Senato, esaminato lo ‘Schema di decreto ministeriale per l’individuazione delle lotterie nazionali da effettuare nell’anno 2012’, nella seduta di ieri ha preso atto della decisione di prevedere per l’anno 2012 l’effettuazione di una sola lotteria nazionale abbinata ad un evento unico ed ha approvato per tale aspetto un parere di nulla osta.

Sotto il profilo più generale del comparto lotterie ad estrazione differita, la Commissione ritiene che la caduta verticale della vendita dei biglietti di tale tipologia di gioco – ragione fondamentale della progressiva rinuncia a effettuare più di un abbinamento – trova la sua immediata e diretta causa nella scelta compiuta negli anni passati di ampliare l’offerta di giochi, puntando soprattutto su lotterie ad estrazione istantanea e con cadenza infrasettimanale, che hanno sostanzialmente orientato i consumatori verso tali forme di gioco. Appaiono invece di minore rilevanza, seppure sussistenti, le ragioni di disaffezione verso le lotterie abbinate ad eventi di carattere sportivo, culturale o folkloristico, che negli anni scorsi potevano fungere da elemento di traino per la vendita dei biglietti.

In secondo ordine, la Commissione rileva che la scelta di utilizzare una società di servizi a capitale pubblico e interamente controllata da AAMS per la gestione e l’organizzazione della lotteria Italia, in assenza di manifestazioni di interesse da parte di altri soggetti, non appare motivata in modo esaustivo: si sollecita quindi un approfondimento sulle disposizioni normative e regolamentari che hanno previsto tale prerogativa al fine di assicurare la più ampia trasparenza nella gestione e nell’organizzazione della lotteria nazionale.

 

“I recenti dati relativi alla forte flessione del gettito derivante dalla vendita dei biglietti delle lotterie ad estrazione istantanea – ha spiegato il senatore del Pdl Raffaele Lauro, esprimendo il proprio parere positivo – costituiscono un segnale significativo di un fenomeno rilevante di flessione della domanda, a fronte di un’offerta dei Monopoli di Stato sempre più pervasiva e continua”. Dopo aver ribadito il proprio punto di vista contrario rispetto all’incremento dell’offerta di giochi pubblici, Lauro ha segnalato l’esigenza di un’analisi approfondita da parte della Commissione dell’andamento dell’intero comparto, con particolare attenzione alla tenuta del gettito. “L’analisi – è intervenuta la Senatrice Leddi del Pd – , sollecitata dal senatore Lauro, potrebbe essere compiuta attraverso una audizione dei responsabili dei Monopoli di Stato per comprendere le dinamiche tra l’offerta e la domanda del settore dei giochi”.

Il presidente Mario Baldassarri (Fli) ha puntualizzato che la questione potrà essere rimessa ad un Ufficio di Presidenza per programmare un’indagine conoscitiva ovvero un ciclo di audizioni.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito