Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

La Commissione Europea adotta raccomandazione su servizi di gioco online. Barnier : “30 mesi per valutare la risposta degli Stati Membri”

In: Politica

14 luglio 2014 - 12:24


barnier2012

(Jamma) “La raccomandazione adottata oggi dalla Commissione Europea rappresenta uno degli elementi centrali del piano d’azione lanciato nel 2012 dalla Commissione sui servizi di gioco d’azzardo online” ha detto il vicepresidente Michel Barnier, responsabile del Mercato interno e dei servizi. “Dobbiamo proteggere al meglio tutti i cittadini, e in particolare i nostri figli, dai rischi connessi al gioco d’azzardo. Ora guardiamo agli Stati membri, ma anche agli operatori di gioco d’azzardo online, perché ci aiutino a raggiungere il nostro obiettivo: un elevato livello di tutela dei consumatori in tutta l’UE in un settore in rapida crescita “.

E’ quanto ha dichiato Barnier oggi a Bruxelles nel corso della presentazione della raccomdazione.

 

Scarica il testo integrale della raccomandazione EU sul gioco d’azzardo online

 

Gli elementi chiavi della raccomandazione

La raccomandazione della Commissione definisce una serie di principi che gli Stati membri sono invitati ad adottare nei loro regolamenti di gioco:

Obblighi di informazione di base per i siti web di gioco d’azzardo, in particolare per garantire che i consumatori dispongano di informazioni sufficienti per comprendere i rischi connessi al gioco d’azzardo. La comunicazione commerciale (pubblicità e sponsorizzazione) deve essere effettuate in modo responsabile.

Gli Stati membri dovrebbero garantire che i minori non siano in grado di giocare online, e che le regole siano orientate a ridurre al minimo il loro contatto con il gioco d’azzardo, anche attraverso la pubblicità o la promozione di servizi di gioco d’azzardo sia, broadcast che visualizzato.

Ci dovrebbe essere un processo di registrazione per aprire un conto giocatore in modo che i consumatori debbano fornire i dettagli di età e di identità per la verifica da parte degli operatori. Ciò dovrebbe anche consentire agli operatori di tracciare il comportamento dei giocatori e dare l’allarme se necessario.

Le norme di regolamentazione dovrebbero garantire un supporto continuo ai giocatori per evitare problemi correlati al gioco d’azzardo, dotandoli di strumenti per tenere sotto controllo il gioco d’azzardo: ad esempio la possibilità di impostare limiti di spesa durante il processo di registrazione, ottenere avvisi informativi circa le vincite e le perdite mentre si gioca.

I giocatori dovrebbero avere accesso ai numeri di emergenza da poter chiamare per ricevere assistenza sul loro comportamento di gioco d’azzardo e dovrebbero essere in grado di auto-escludersi facilmente dai siti di gioco.

Pubblicità e sponsorizzazione di servizi di gioco d’azzardo on-line dovrebbe essere più socialmente responsabile e trasparente. Ad esempio, non deve contenere dichiarazioni infondate circa le probabilità di vincita, esercitare pressioni a giocare, o suggerire che il gioco risolve i problemi sociali, professionali, personali o finanziari.

Gli Stati membri dovrebbero garantire la formazione per i dipendenti degli operatori di gioco online che interagiscono con i giocatori per assicurarsi che capiscano i problemi legati al gioco eccessivo e siano in grado di mantenere i contatti con i giocatori in modo appropriato.

Gli Stati membri sono inoltre invitati a promuovere campagne di sensibilizzazione sul gioco d’azzardo e dei rischi connessi, nonché a raccogliere dati circa l’apertura e la chiusura dei conti dei giocatori e le violazioni delle regole di comunicazione commerciale. Gli Stati membri dovrebbero inoltre designare autorità di regolamentazione competenti per garantire, in modo indipendente, un controllo efficace del rispetto della raccomandazione.

 

I passi successivi

 La raccomandazione invita gli Stati membri ad informare la Commissione circa le misure adottate alla luce della Raccomandazione 18 mesi dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

La Commissione valuterà le misure adottate dagli Stati membri 30 mesi dopo la pubblicazione.

 

Il gioco d’azzardo patologico in Europa

Per la maggioranza delle persone che partecipano a gioco d’azzardo online in Europa , si tratta di un’attività ricreativa. Tuttavia, ci sono una serie di rischi legati al gioco. Si stima che tra il 0,1-0,8% della popolazione generale adulta soffra di un disturbo di gioco d’azzardo e un ulteriore 0,1-2,2% dimostra un rapporto con il gioco potenzialmente problematico. Il gioco d’azzardo diventa un problema quando cessa di essere puramente piacevole e si trasforma in dipendenza. I bambini e gli adolescenti sono sempre più a rischio, per il fatto che usano Internet sempre più sia per informarsi che per giocare e possono facilmente entrare in contatto con i siti web di pubblicità del gioco d’azzardo e gioco d’azzardo. Pertanto, sono necessarie misure preventive per ridurre al minimo il danno potenziale e per garantire che i servizi di gioco d’azzardo online siano offerti e promossi in modo responsabile.

 

Perché la Commissione non ha proposto una normativa ad hoc sul gioco online?

Non esiste un settore specifico della normativa UE nel settore dei servizi di gioco d’azzardo on-line e non si è ritenuto opportuno proporre tale legislazione specifica . Secondo quando fa sapere la Commissione una raccomandazione della Commissione può essere adottata immediatamente considerando che le proposte legislative dovrebbero essere adottate dal Consiglio dei ministri dell’UE e dal Parlamento europeo e questo può richiedere molto tempo. Questa raccomandazione fa parte di un insieme di azioni annunciate nel piano d’azione della Commissione del 2012 “Verso un quadro europeo globale per il gioco d’azzardo on line”, volto a chiarire la regolamentazione del gioco d’azzardo on-line e incoraggiare la cooperazione tra Stati membri . Il piano d’azione ha seguito la consultazione pubblica nel 2011 , dalle cui risposte è emersa la necessità di un approccio step-by-step.

Va ricordato però che c’è una normativa UE che si applica anche al gioco d’azzardo, è il caso della a direttiva sulle pratiche commerciali sleali e la direttiva in materia di clausole contrattuali abusive. Tale normativa riguarda principalmente la protezione degli interessi economici dei consumatori. La raccomandazione propone una serie di principi, attingendo in particolare dalle consultazioni con gli Stati membri, nonché con le pertinenti parti interessate Una valutazione dell’efficacia di tali principi evidenzierà la necessità di ulteriori interventi in questo campo.

La raccomandazione si concilia con l’applicazione delle norme nazionali?

La raccomandazione non introduce norme vincolanti per gli Stati membri. Di conseguenza, non interferisce con l’attuazione delle norme nazionali. Inoltre, in assenza di armonizzazione comunitaria in questo settore, l’applicazione delle norme nazionali è di competenza degli Stati membri.

Tuttavia, i consumatori europei dovrebbero essere ben informati, riguardo al sito di gioco online su cui scelgono di giocare o di effettuare una scommessa. La Commissione ritiene che un consumatore informato insieme ad una gamma completa di opportunità di gioco è essenziale al fine di incanalare i consumatori verso il gioco d’azzardo consentito e controllati negli Stati membri.

Pertanto, come regola generale, la Commissione raccomanda che i tutti i dati e le informazioni sull’operatore e sulla autorità di regolazione del gioco d’azzardo debbano essere chiaramente indicate sul sito web . Allo stesso modo non ci dovrebbe essere la comunicazione commerciale di servizi di gioco online dove il servizio di gioco d’azzardo online non è permesso.

Il gioco d’azzardo online nell’UE è caratterizzato da diversi quadri normativi nazionali. La Commissione ritiene che le questioni nazionali di applicazione dovrebbero essere discusse con gli Stati membri, in particolare all’interno del gruppo di esperti in materia di servizi di gioco d’azzardo. Questo gruppo fornisce una piattaforma più appropriata per discutere le pratiche tecniche e normative e di facilitare la cooperazione amministrativa in modo costruttivo. Un approccio globale e comune nel settore dei servizi di gioco d’azzardo online è necessario per affrontare giorno per giorno i rischi per i consumatori e le sfide per le autorità nazionali competenti nella fase di sorveglianza e di controllo delle misure nazionali in questo campo.

 

RGA su raccomandazione Eu gioco d’azzardo online: “La tutela del consumatore dovrebbe essere applicata a tutte le forme di gioco”

 

Ron Goudsmit (ECA) : “Bene raccomandazione Eu su gambling online, no ad armonizzazione norme”

 

 

 

 

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito