Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Ippica. Il senato approva mozioni per interventi a favore del comparto

In: Ippica, Politica, Scommesse

8 marzo 2012 - 08:53


ippicacorsa

(Jamma) I sen. Tomassini (PdL), Piscitelli (CN:GS-SI-PID-IB-FI), Mura (LNP), Di Nardo (IdV) e Legnini (PD) hanno illustrato ieri all’Assemblea del Senato gli strumenti con cui si chiede al Governo di impegnarsi per rivitalizzare un settore in lenta agonia. Si chiede, tra l’altro, di istruire immediatamente una sede di confronto con il mondo dell’ippica italiana presso il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali; di reperire le risorse necessarie a scongiurare la chiusura delle attività a partire dell’anno 2012; di prevedere i controlli necessari ad evitare che scuderie ed allevatori senza scrupoli si rendano complici di macellazioni clandestine; di tutelare l’occupazione dei lavoratori e operatori del settore; di prorogare le disposizioni legislative che attribuiscono al settore ippico quota parte delle entrate provenienti dai giochi e dalle scommesse pubbliche o, in alternativa, di individuare nuove fonti di finanziamento; di prevedere una diversa ripartizione della posta di gioco delle scommesse ippiche; di procedere ad una riduzione dei costi e alla razionalizzazione della struttura operativa dell’Assi; di intensificare i controlli per impedire infiltrazioni da parte della criminalità organizzata, inasprendo le sanzioni per chi organizza o partecipa a corse clandestine e prevedendo il divieto di possedere cavalli, scuderie o attività inerenti all’ippica per i pregiudicati per reati a danno di animali, scommesse clandestine e gioco d’azzardo; di assicurare rigorosi controlli fiscali sulle attività di compravendita dei cavalli dismessi per prevenire il loro riutilizzo in corse clandestine o macellazioni abusive; di riconoscere ai cavalli lo status di animali d’affezione; di intensificare i controlli veterinari nell’ambito delle corse dei cavalli.

Il Sottosegretario di Stato per l’economia e le finanze Polillo ha espresso parere favorevole, con una richiesta di modifica, sulle mozioni e sull’ordine del giorno giacché il Governo è consapevole della specificità del settore dell’ippica e delle scommesse ad esso collegate, il cui appeal sta venendo meno rispetto ad altre forme di gioco, con conseguenze negative su un mondo che esprime valori importanti e che garantisce lavoro a numerosi addetti. Il Governo, che ha dato vita ad un apposito tavolo di lavoro presso il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, è peraltro già intervenuto con misure tampone, attraverso il decreto milleproroghe, per fronteggiare l’emergenza ed ha inserito nel provvedimento sulla semplificazione una serie di misure volte a razionalizzare e riorganizzare il comparto.

Le comuni preoccupazioni sul destino dell’ippica italiana e la convergenza sulle misure da adottare per fronteggiare la grave crisi che la attraversa sono chiaramente emerse nel corso della discussione e delle dichiarazioni di voto finali cui hanno preso parte i sen. Amati (PD), Thaler Ausserhofer, Pinzger (UDC-SVP-Aut:UV-MAIE-VN-MRE-PLI-PSI), Andria, Vitali (PD), De Feo, Rizzotti (PdL), Di Nardo (IdV), Carrara (CN:GS-SI-PID-IB-FI), Strano (Terzo Polo:API-FLI) e Mura (LNP).



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi