Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Idv. Aumentare il Preu per recuperare 100mln di euro e pagare l’indennità dovuta ai conciliatori

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache, Politica

29 maggio 2012 - 18:08


luigi_ligotti

100 mln di euro dal gioco per sostenere la maternità e la paternità

 

(Jamma) Dove recuperare 100 milioni di euro per il pagamento dell’indennità da versare ai conciliatori? Ma naturalmente dal gioco.  Con ogni probabilità è stata questa l’idea dei senatori dell’Idv Carlino, Li Gotti, Pardi e Pedica che nella seduta odierna hanno presentato un emendamento al decreto di legge recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita con il quale chiedono di inserire i seguenti:

«Sezione II-bis – Disposizioni in materia di conciliazione e arbitrato

Art. 21-quinquiesdecies.

(Norma transitoria)

1. Per gli anni 2013 e 2014 agli oneri per il pagamento dell’indennità di cui all’articolo 146ter delle disposizioni per l’attuazione del codice di procedura civile e disposizioni transitorie, di cui al regio decreto 18 dicembre 1941, n. 1368, introdotto dall’articolo 11 della presente legge, ai conciliatori nominati dal giudice ai sensi dell’articolo 410 del codice di procedura civile, come sostituito dall’articolo 1 della presente legge, pari a 100 milioni di euro a decorrere dall’anno 2012, si provvede con quota parte delle maggiori entrate determinate a decorrere dall’anno 2012 dalle disposizioni di cui al comma 2, ed accertate con decreto del Ministero dell’economia e delle finanze.

2. Il comma 1 dell’articolo 30-bis del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, e` sostituito dal seguente: “A decorrere dal 1º gennaio 2012, il prelievo erariale unico di cui all’articolo 39. comma 13. del decreto- legge 30 settembre 2003. n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, e successive modificazioni, e` determinato, in capo ai singoli soggetti passivi d’imposta, applicando le seguenti aliquote per scaglioni di raccolta delle somme giocate:

a) 13,1 per cento, fino a concorrenza di una raccolta pari a quella dell’anno 2008;

b) 12,1 per cento, sull’incremento della raccolta, rispetto a quella del 2008, pari ad un importo non superiore al 15 per cento della raccolta del 2008;

c) 11,1 per cento, sull’incremento della raccolta, rispetto a quella del 2008, pari ad un importo compreso tra il 15 per cento e il 40 per cento della raccolta del 2008;

d) 9,5 per cento, sull’incremento della raccolta, rispetto a quella del 2008, pari ad un importo compreso tra il 40 per cento e il 65 per cento della raccolta del 2008;

e) 8,5 per cento, sull’incremento della raccolta, rispetto a quella del 2008, pari ad un importo superiore al 65 per cento della raccolta del 2008.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito