Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gregorini (Vicesindaco Pavia) a Regione Lombardia: “Distanze dai luoghi sensibili non è una misura sufficiente per contrastare gioco d’azzardo”

In: Apparecchi Intrattenimento, Cronache, Politica

11 giugno 2015 - 11:04


awpolada

(Jamma) Il delicato problema del gioco d’azzardo al centro di un incontro tra Comune di Pavia e Regione Lombardia, fissato per le prossime ore a Milano. Un faccia a faccia richiesto dal vicesindaco Gregorini e dall’assessore alle politiche sociali Moggi per fare il punto della situazione con Viviana Beccalossi, l’artefice della legge 8, che ha posto un solido paletto alla proliferazione delle slot machine in prossimità dei cosiddetti luoghi sensibili. “Abbiamo richiesto questo incontro – ha spiegato il vicesindaco Gregorini – per illustrare all’assessore il lavoro fin qui svolto dal comune di Pavia ma anche per capire se Regione Lombardia ha in mente altri progetti per frenare questa piaga sociale. Le distanze dai luoghi sensibili e le ordinanza per limitare gli orari di accensione delle macchinette da sole non bastano se anche il governo non farà la sua parte. Per questo è necessario che, accanto ai comuni, anche la regione si batta per una legge nazionale che lasci agli enti locali la più ampia autonomia nella gestione di questo delicato settore”.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi