Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Grecia. Arsenis (S&D): “La Ce faccia luce sugli aiuti di stato illegittimi relativi all’Opap e al casinò ad Helliniko”

In: Casinò, Politica

5 maggio 2014 - 11:57


commissioneeuro

 

(Jamma) “Fare chiarezza sugli aiuti di stato concessi dal governo greco al monopolio dei giochi Opap e a Lamda Development per il rilascio di una licenza per casinò”. La richiesta proviene dall’europarlamentare del gruppo (S&D) Kriton Arsenis che ha presentato in questi giorni una interrogazione scritta in Commissione europea.

“La Commissione europea – ha ricordato Arsenis – ha recentemente chiesto al governo greco spiegazioni relativamente alla privatizzazione dell’Opap, nel quadro degli aiuti di stato illegittimi concessi alla società recentemente privatizzata sotto forma di monopolio del gioco d’azzardo online. D’altra parte, si ricorda che il contratto di vendita del 33% della Opap precisa che, laddove non vengano concessi diritti esclusivi per il gambling online, il governo greco è tenuto a rimborsare ad Emma Delta 60 milioni di euro dei 632 milioni investiti ad oggi.

Questo tipo di pagamento potrebbe essere visto come un aiuto di stato illegale. Una situazione simile si è verificata in seguito alla privatizzazione del sito del vecchio aeroporto di Helliniko e Agios Kosmas.

In risposta ad un problema sollevato dalla Commissione ellenica Capital Market il 9 aprile, Lamda Development, quotata alla borsa di Atene e specializzata nella gestione di immobili del mercato ellenico, ha dichiarato che il perfezionamento dell’accordo con l’Hellenic Republic Asset Development Fund (HRADF) dipende da una licenza di esercizio per un casinò che il governo dovrebbe concederle”.

Infatti, quando lo Stato greco emette un bando per una licenza di esercizio di un casinò, specifica le aree del Paese in cui il casinò opererà. In questo caso, lo Stato greco è tenuto in base al contratto con un soggetto privato ad emettere un bando per casinò entro i confini di proprietà di detto ente privato.
Kriton Arsenis ha quindi chiesto alla Commissione di far sapere se la licenza concessa a Lamda Development per attivare un casinò su questa proprietà specifica costituisce un aiuto di Stato illegittimo e se il governo greco ha violato la normativa europea in materia di appalti pubblici, dato che il bando riguarda un terreno specifico che appartiene ad un ente privato, e che quindi limita indirettamente il numero di possibili offerenti in gara. cd

Commenta su Facebook


Realizzazione sito