Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gli impegni dell’on. Adinolfi (PD): legalizzare il poker live ed il betting Exchange

In: Personaggi, Politica

2 ottobre 2012 - 17:41


adinolfi

(Jamma) “Chiederò con veemenza la legalizzazione del poker live e l’investimento sul betting exchange” ha dichiarato 4 mesi fa Mario Adinolfi, poker player e attuale parlamentare tra le fila del PD.

Diventato deputato circa quattro mesi fa per sostituire Pietro Tidei, dimissionario in quanto eletto sindaco di Civitavecchia, il 17 giugno Adinolfi scriveva: “Otto mesi, otto impegni”. “Questi otto mesi non voglio farli trascorrere invano…allora eccomi a voi, a dire quel che proverò a fare in questi otto mesi”. Nel 6° punto del suo impegno programmatico scrive: “Non dimenticherò la mia esperienza di giocatore di poker e chiederò con veemenza la legalizzazione del poker live e l’investimento sul betting exchange”. “Sono gli strumenti migliori – esplicava l’onorevole – per impedire agli italiani di rovinarsi con il gioco d’azzardo dei gratta e vinci, dei superenalotto, delle videoslot dove milioni soprattutto di anziani di ceto prevalentemente medio-basso versano la pensione. Se, per esempio nel poker, fosse legale il live secondo le stesse regole rese legali per l’online, si creerebbero istantaneamente almeno cinquantamila posti di lavoro. Il principio è semplice: skill games contro gioco d’azzardo e quel che è legale on line e non crea lavoro sia legale anche live per creare lavoro”.

Peccato che ad oggi di quanto detto e promesso nulla sia stato ancora fatto.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi