Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Evento al Parlamento Europeo sul gioco responsabile, Metsola: “Proteggere giocatori creando leggi giuste”. Caputo: “Armonizzazione protezione gioco d’azzardo online nostro prossimo obiettivo”

In: Politica

20 ottobre 2015 - 10:08


EuGambling

(Jamma) – E’ in corso presso il Parlamento Europeo l’evento sul gioco responsabile organizzato da EGBA (European Gaming & Betting Association) dal titolo “Responsible gambling: consumer safety in the online environment?”.

 

L’incontro si è aperto con un’introduzione dell’europarlamentare Nicola Caputo (S&D), che nel dicembre 2014 ha presentato in aula a Strasburgo una dichiarazione scritta (cofirmata da altri parlamentari di diversi gruppi politici: Patrizia Toia, Flavio Zanonato, Alessandra Moretti, Renata Briano, Silvia Costa, Antonio Panzeri, Alessia Mosca Isabella De Monte e Luigi Morgano per S&D; Fulvio Martusciello per il PPE; Dario Tamburrano e Marco Affronte di EFD) in cui affermava: “E’ necessario sostenere gli Stati membri nella promozione di campagne educative sul gioco, sui pericoli dell’azzardo e la lotta alla ludopatia”.

 

Nella riunione Plenaria di Strasburgo a dicembre, questa dichiarazione è stata messa a disposizione dei parlamentari che volessero sottoscriverla. “C’è bisogno del sostegno di più del 50% dei deputati europei perché la dichiarazione sia adottata dal Parlamento Europeo – dichiarava Caputo -. La ludopatia è una pericolosa patologia in rapida crescita tra i giovani e rappresenta sempre più un problema di salute pubblica. Sebbene l’assistenza sia direttamente esercitata dagli Stati membri il nostro obiettivo è quello di spronare la Commissione e il Consiglio a sostenere gli Stati nella promozione di campagne sui pericoli del gioco d’azzardo e sui temi del rafforzamento del contrasto al gioco illegale” concludeva Caputo.

 

L’europarlamentare, nella sua introduzione di oggi, ha affermato: “L’armonizzazione del livello di protezione relativo al settore del gioco d’azzardo online dovrebbe essere il nostro prossimo obiettivo”. In seguito ha preso la parola l’europarlamentare maltese Roberta Metsola, che ha sottolineato la necessità di proteggere i giocatori e “creare leggi giuste” senza però cadere nell’eccesso di burocrazia.

 

Il Director of Services in Directorate General Internal Market and Services della Commissione Europea, Claire Bury ha sottolineato la necessità di “chiarezza giuridica per il settore del gioco d’azzardo on line”. “L’UE deve affrontare un costo di 560milioni di euro all’anno a causa di un’insufficiente protezione dei consumatori del gioco d’azzardo” ha spiegato Peter Murray, Global Identity Management, KYC, AML & Fraud solutions, che ha poi aggiunto: “La protezione del giocatore è un elemento essenziale del prodotto e della sua qualità e deve essere riconoscibile come tale dai consumatori”.

 

Nella seconda parte dell’evento, è stato messo a fuoco il passaggio dalla politica alla pratica del funzionamento del gioco d’azzardo responsabile e l’identificazione dei giocatori problematici. Un membro EGBA ha spiegato come identificano e lavorano con i ludopatici per garantire la loro sicurezza. E’ stato poi sottolineato quanto sia prezioso svolgere un lavoro di sensibilizzazione sui rischi del gioco d’azzardo.

 

CRvt8UpXIAE38rc

 

CRvtPF-WcAAdmzH

Commenta su Facebook


Realizzazione sito