Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gioco online: presentati oltre 400 emendamenti alla proposta della Commissione IMCO per la regolamentazione del mercato

In: Online, Politica

15 aprile 2013 - 11:41


imco comm
Scarica il fascicolo completo degli emendamenti : EmendamentiIMCO

 

Gioco online: sono 4.322 i siti di gioco oscurati dai Monopoli

 

 

(Jamma) Sono ben 425 gli emendamenti presentati alla Commissione Mercato Interno e Protezione dei Consumatori del Parlamento Europeo con i quali si chiede una modifica della risoluzione contenente le raccomandazioni per la regolamentazione del gioco on line nell’Ue.

La Commissione IMCO è stata infatti incaricata di presentare una relazione sul mercato dei servizi di gioco online in risposta al Piano d’azione messo a punto dalla Commissione Europea nell’ottobre scorso. Il 20 marzo prossimo è stato avviato l’esame del progetto di relazione. Un lavoro che dovrebbe portare all’approvazione del documento entro e non oltre luglio prossimo. Molte e articolate le questioni che il relatore, il britannico Ashley Fox, ha inteso affrontare. Si va dalla protezione della privacy e dalla tutela dei dati personali alla libera circolazione dei servizi e la libertà di fornitura. Quindi la tassazione indiretta, l’Iva e le accise. E ancora le comunicazioni elettroniche e mobile e le comunicazioni personali. Non manca un capitolo dedicato allo sport e alle scommesse, le informazioni sui consumatori, la pubblicità, gli interessi economici e giuridici dei consumatori e l’azione di contrasto alla frode economica.

La risposta al parere, rappresentata dal fascicolo di ben 192 pagine di proposte di modifica al testo della risoluzione evidenzia ancora una volta la difficoltà di trovare una convergenza di opinioni su questioni che attengono la regolamentazione del mercato del gioco attraverso regole e norme di carattere europeo. Premesso che nella relazione si specifica l’impossibilità di definire una normativa di carattere europeo, i parlamentari della Commissione non hanno mancato di ribadire le loro posizioni, spesso divergenti. Molti anche i punti su cui i parlamentari dimostrano di essere d’accordo, come il contrasto alla criminalità legata al mercato del gioco e la tutela delle persone più vulnerabili, minori compresi.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito