Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gioco d’azzardo, Giacomelli: “Giro d’affari enorme, tanto da condizionare la vita politica italiana”

In: Associazioni, Politica

3 novembre 2014 - 12:34


gioco

(Jamma) – “Il gioco d’azzardo genera un giro d’affari di miliardi di euro, ma non è facile da definire con certezza perché ci sono, probabilmente, anche introiti criminali. Sicuramente è enorme, tanto da condizionare pesantemente la vita politica italiana”.

 

E’ quanto dichiarato da Ivano Giacomelli, segretario nazionale dell’associazione di consumatori Codici che, insieme ad Aduc, Assoutenti Lazio e Focus-Casa dei diritti sociali, hanno organizzato il 31 ottobre un flash mob in piazza Montecitorio contro la dipendenza da gioco d’azzardo.

 

“La ludopatia è un problema sociale dalle dimensioni enormi anche perché colpisce i più deboli, coloro che nel gioco cercano un riscatto alla propria esistenza, aggravando inconsciamente una situazione già di per se grave. Lo Stato invece di limitare e contenere questo fenomeno – ha proseguito Giacomelli – si fa esso stesso promotore, permettendo il rifinanziamento di azioni che consistono nella pubblicizzazione del gioco d’azzardo, fatta in modo suggestivo proprio per incentivarlo. Negli ultimi 15 anni c’è stato uno sviluppo senza precedenti, caratterizzato dalla colpevole inerzia rispetto al problema delle slot machine, che si trovano ormai in quasi tutti i locali.

 

Non dimentichiamo il problema del gioco d’azzardo online, che viene ammesso con strutture che sono spesso all’estero e quindi non controllabili. E’ evidente che c’è un sistema di cui lo stato ha profonda responsabilità. Chiediamo alle istituzioni – ha concluso il segretario Codici -, soprattutto a quella parlamentare, di dare un cambio di rotta, prendendo in esame le gravissime conseguenze sociali che porta tale problema. Bisogna intervenire con leggi per fare in modo che chi di dovere non possa equivocare sull’interpretazione delle norme continuando a permettere che questo sistema prosegua su tale strada”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito