Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Friuli-Venezia Giulia, Piccin (Gruppo Misto): “Rivedere legge anti slot machine”

In: Politica

25 settembre 2015 - 16:52


regione friuli

(Jamma) – In seguito ai dati usciti dal convegno “Il gioco d’azzardo patologico e le risposte del territorio” svoltosi giovedì scorso a Udine, la consigliera regionale Mara Piccin (Gruppo Misto) chiede con urgenza modifiche alla legge anti slot machine: “Se la maggioranza non intende procedere, in occasione della prossima seduta d’Aula presenterò la richiesta di discutere entro fine anno la mia proposta di legge che prevede sostanziali modifiche alla normativa vigente sul contrasto patologico”.

 

A un anno e mezzo dall’approvazione della legge, non sono stati raggiunti i risultati auspicati di contrasto al fenomeno patologico, questo perché le misure attuali – sottolinea la Piccin – si rapportano al problema con un approccio soft, solo lievemente incisivo rispetto alla problematica e nessun intervento persuasivo nei confronti degli esercenti, a togliere le “macchinette” dai propri locali, è contemplato nella normativa. Contro la piaga sociale del gioco d’azzardo, la proposta dell’esponente di opposizione prevede un aumento del 2% dell’Irap per i locali con le slot e la riduzione dell’1% dell’Irap per due anni a chi rimuove gli apparecchi.

 

Solo introducendo un sistema premiale di questo genere – commenta – si potrà arginare il triste fenomeno. Al deposito della proposta, 5 mesi fa, auspicavo che quest’ultima non si trasformasse in terreno di scontro politico, ma non capisco perché non sia nemmeno giunta in Commissione. Se non si cambia passo, chiederò che la legge approdi direttamente in Aula, dove spero che la discussione e gli eventuali emendamenti remino nella stessa direzione: debellare la malattia del gioco”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito