Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Firenze, Bassi (Pd): “Non accettiamo lezioni morali, sempre impegnati nel limitare il gioco d’azzardo”

In: Politica

16 dicembre 2014 - 16:58


MARCIA INDIETRO SU SLOT, PRONTE MODIFICHE A DECRETO

(Jamma) – “Il Partito Democratico si è sempre impegnato nel limitare il fenomeno del gioco d’azzardo a Firenze e non accettiamo lezioni morali dai consiglieri del gruppo Firenze Riparte a Sinistra”. Il capogruppo PD in Palazzo Vecchio Angelo Bassi risponde alle dichiarazioni fatte dopo la seduta della Commissione Sviluppo Economico dove sono state bocciate quattro mozioni presentate dalla minoranza.

 

“Mentre alcuni consiglieri perdono tempo nello scrivere e nel presentare, in Commissione, mozioni irreali, io sono l’unico che ha fatto chiudere due sale giochi a Firenze. Le sale giochi – prosegue Angelo Bassi – trovano un terreno facile nelle periferie urbane i cui abitanti appartengono alle fasce più deboli sulle quali il gioco d’azzardo ha una maggiore presa. Ricordo, inoltre, che già nel 2011 il Comune di Firenze, constatata la proliferazione di richieste per l’apertura di sale da gioco, aveva emanato un regolamento in cui si disciplinava la materia delimitando anche le zone, come il centro storico, in cui non è consentita l’apertura e le distanze minime da luoghi sensibili come scuole, edifici di culto o destinati a finalità educative o socio-assistenziali. Le polemiche di alcuni consiglieri appaiono inutili”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito