Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Divieto pubblicità gioco d’azzardo. Al Senato tra lungaggini e un possibile iter d’esame

In: Politica

23 ottobre 2015 - 10:05


Lavoriincorso

(Jamma) Lavori in corso in Senato per calendarizzare l’esame delle proposte su diveito pubblicità al gioco d’azzardo. Ieri si è svolta una riunione congiunta tra Commissine Igiene e Finanze per l’esame di tre diversi ddl. Si trattava di decidere tempi e iter dell’esame delle proposte. Il senatore CROSIO (LN-Aut) ha detto di auspicare un intervento dei Presidenti del Senato e della Camera, che possa evitare eccessive lungaggini procedurali e assicurare un adeguato coordinamento del lavoro dei due rami. La senatrice FUCKSIA (M5S), nel ritenere condivisibile l’invito a evitare duplicazioni o discrasie rispetto alle iniziative dell’altro ramo, osservando che i disegni di legge in esame appaiono di dubbia compatibilita`con l’articolo 41 della Costituzione, che sancisce la liberta`di impresa privata.
Il senatore D’AMBROSIO LETTIERI (CoR) ha rilevato che i problemi affrontati dai testi in esame sono complessi e meriterebbero un approccio di tipo organico. Reputa opportuno che il Presidente del Senato sia reso edotto della concorrenza di iniziative tra i due rami, affinché possa adoperarsi per assicurare tempi d’esame ragionevoli.
Il senatore ENDRIZZI(M5S) ha posto in rilievo la lentezza dell’iter presso l’altro ramo del Parlamento e si unisce agli auspici per il raggiungimento di opportune intese, considerata l’urgenzarivestita dai disegni di legge in esame. Ritiene non fondati, peraltro, i dubbi di legittimita`costituzionale avanzati dalla senatrice Fucksia.
Il senatore VACCIANO(Misto) segnala che diversi ulteriori aspetti della ludopatia, e piu`in generale del gioco, sono trattati da altri disegni di legge, deferiti a Commissioni diverse dalla 6ª e 12ª riunite, rilevando l’opportunita`di non perdere di vista il quadro d’insieme della disciplina.
La presidente della Commissioen Igiene DE BIASI (PD), quanto agli auspici concernenti il raggiungimento di intese tra i due rami, finalizzate a scongiurare sovrapposizioni e discrasie, osserva che proprio questa e`la ratio dell’articolo 51,comma 3 del Regolamento.
In merito alla rilevata necessita`di procedere in tempi rapidi, rimarca la tempestivita`con cui la Presidenza delle Commissioni riunite ha posto all’ordine del giorno i disegni di legge in esame, cui pero`deve ora fare seguito un’attenta valutazione dei profili di coordinamento dei lavori dei due rami, come peraltro auspicato da diversi senatori intervenuti.
Riguardo agli evocati profili di legittimita`costituzionale, infine, ritiene che potranno essere valutati nel prosieguo, anche alla luce del parere che verra`reso dalla 1ª Commissione.
Il presidente Mauro Maria MARINO (PD) ha rilevato che l’avvio dell’esame dei disegni di legge – che rappresentava peraltro un atto dovuto, considerata la natura di essi – consente ora al Senato una interlocuzione istituzionale con la Camera, finalizzata a individuare le modalita`piu`idonee alla sollecita definizione delle procedure legislative. Ritiene condivisibile l’invito a mantenere una visione d’insieme dei diversi disegni di legge che vertono, in alcuni casi con carattere d’urgenza, sui vari aspetti del gioco e della ludopatia, e che per ragioni di competenza sono stati deferiti a diverse Commissioni del Senato: a tal fine sara`opportuno un raccordo tra le varie Presidenze.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito