Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Delrio (pres. Anci) scrive a Passera e Cancellieri: “Necessario regolare ruolo dei Comuni in materia di gioco pubblico”

In: Apparecchi Intrattenimento, Newslot, Politica

26 marzo 2012 - 19:33


delrio

Cancellieri plaude a misure antimafia applicate al settore giochi

 

Caso Verbania. ALEA, AND e la Consulta Nazionale Antiusura chiedono un intervento del Governo atto a colmare l’attuale vuoto legislativo

 

(Jamma) “E’ necessario un intervento per la regolazione del settore del gioco pubblico e del ruolo dei Comuni, su cui registriamo una crescente e preoccupata sensibilità e allarme sociale”. E’ questa la richiesta del sindaco di Reggio Emilia e presidente dell’Anci Graziano Delrio che, prendendo spunto dal caso Verbania, ha scritto al ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri e al ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera per chiedere chiarezza sul tema. “Molti sindaci – scrive Delrio – si sono fatti carico di questa esigenza adottando misure tese a regolare l’uso e l’accesso negli esercizi adibiti ad attività di gioco con la finalità di tutelare i soggetti ritenuti maggiormente esposti e vulnerabili e di prevenire le forme di ludopatia e di gioco compulsivo”. Inoltre, per il presidente dell’Anci l’iniziativa dei primi cittadini si è sempre “esplicata nell’ambito di competenze che la legge assegna in materia di regolazione degli orari degli esercizi commerciali, anche in ragione della funzione di autorità sanitaria locale e in nome del prevalente interesse della tutela della salute”. Delrio, nella lettera inviata ai ministri, ricorda una recente sentenza della Corte costituzionale che ha riconosciuto alle autonomie una sfera d’azione autonoma per gli interventi che travalicano l’ambito della sicurezza e dell’ordine pubblico e che riguardano la tutela dei soggetti più vulnerabili. “La vicenda di Verbania e la condanna ad un risarcimento a carico del Comune per aver cercato di arginare in modo ragionevole il fenomeno – conclude Delrio – evidenzia la necessità di mettere ordine nella materia, anche in considerazione della recente normativa in materia di liberalizzazione degli orari degli esercizi commerciali che tengono conto di alcuni settori più sensibili, in modo da fissare compiti e responsabilità”.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi