Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Delega fiscale, l’intergruppo sul gioco d’azzardo ha incontrato Baretta: “Il divieto di pubblicità sia il più esteso possibile”

In: Politica

13 febbraio 2015 - 12:17


lorenzo_basso

(Jamma) – “Abbiamo avuto l’opportunità di confrontarci sui decreti legislativi relativi all’art.14 della Delega fiscale (legge 11 marzo 2014, n. 23). Questi saranno portati in Consiglio dei Ministri il 20 febbraio e che vi sarà poi un tempo congruo per un serio confronto parlamentare, in cui poter discutere e proporre modifiche sui testi presentati dal governo. Accogliamo con piacere la disponibilità che ci è stata data in merito all’incontro con tutte le realtà associative con cui l’Intergruppo si è confrontato in questi mesi”.

 

E’ quanto dichiarato da Lorenzo Basso (Pd), membro dell’Intergruppo parlamentare sul gioco d’azzardo, nel riassumere l’incontro con il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta.

 

Tra i punti salienti anticipati dal sottosegretario la volontà di ridurre l’offerta diffusa di gioco d’azzardo sul territorio intervenendo sulla rete di raccolta del gioco; la volontà di rendere stabile il fondo per la cura del gioco d’azzardo patologico; l’intenzione di modificare il metodo di prelievo erariale secondo un criterio più legato ai margini; la volontà di estendere i divieti di pubblicità sul gioco d’azzardo, in particolare per la tutela dei minori.

 

“Sono emerse anche delle criticità su alcuni punti che riteniamo importanti – ha spiegato Basso -, ossia la necessità che il divieto di pubblicità sia il più esteso possibile, auspichiamo sia almeno definito un divieto per tutte le trasmissioni e tutti i media usati dai minori, compresi tutti gli eventi sportivi; la necessità che siano inserite norme nazionali per ridurre l’offerta di gioco sul territorio, in accordo con Comuni e Regioni e salvaguardando le norme emanate a livello locale per arginare questo fenomeno; l’inserimento di norme per il riconoscimento dei movimenti civici nati per arginare il fenomeno dell’azzardo e per sostenere gli esercizi commerciali che si impegnano a rimuovere le apparecchiature per il gioco d’azzardo”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito